Discussione:
Franco Battiato
(troppo vecchio per rispondere)
Alessandro Cara
2015-11-26 22:40:28 UTC
Permalink
Due palle con la pubblicita' della sua opera omnia!
Alla fin fine a fatto solo 2 cose
1) La voce del Padrone
2) Dare delle /troie/ a coloro che siedono in parlamento
--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
doppio..massimo
2015-11-27 00:31:24 UTC
Permalink
Due palle con la pubblicita' della sua opera omnia! Alla fin fine a
fatto solo 2 cose 1) La voce del Padrone 2) Dare delle /troie/ a coloro
che siedono in parlamento
pero' ogni volta che lo sento tirato in ballo mi viene in mente che
cantava "l'ira funesta dei profughi afghani che dal confine si spostavano
nell'Iran", e sono passati 33 anni...
Alessandro Cara
2015-11-27 00:52:24 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Due palle con la pubblicita' della sua opera omnia! Alla fin fine a
fatto solo 2 cose 1) La voce del Padrone 2) Dare delle /troie/ a coloro
che siedono in parlamento
pero' ogni volta che lo sento tirato in ballo mi viene in mente che
cantava "l'ira funesta dei profughi afghani che dal confine si spostavano
nell'Iran", e sono passati 33 anni...
Appunto! La Voce del Padrone!
--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
carletto
2015-11-27 00:51:52 UTC
Permalink
Post by Alessandro Cara
Alla fin fine a fatto solo 2 cose
1) La voce del Padrone
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare, altro che
padrone...
Post by Alessandro Cara
2) Dare delle /troie/ a coloro che siedono in parlamento
Il magnaccia?

carletto
Alessandro Cara
2015-11-27 00:55:01 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by Alessandro Cara
Alla fin fine a fatto solo 2 cose
1) La voce del Padrone
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare, altro che
padrone...
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Post by carletto
Post by Alessandro Cara
2) Dare delle /troie/ a coloro che siedono in parlamento
Il magnaccia?
Bahhh? In questo, se lo fosse, con la Lombardi avrebbe fatto pochi spicci!
--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
carletto
2015-11-27 01:15:57 UTC
Permalink
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Lucio Dalla
Tiziano Ferro
Elisa
Edoardo Bennato
Ivan Graziani
Fabio Concato
Francesco Renga
Biagio Antonacci
Michele Zarrillo
Claudio Baglioni
Riccardo Cocciante
Renato Zero
Pino Daniele

E non parliamo degli stranieri...

carletto
Roberto
2015-11-27 10:18:16 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
...
Post by carletto
Pino Daniele
ROOOOOOOOOOOOOOUOUOUUOUOUTFL!
carletto
2015-11-27 17:41:32 UTC
Permalink
Post by Roberto
ROOOOOOOOOOOOOOUOUOUUOUOUTFL!
Rotfla stocazzo, quando Pino cantava (bene) il blues, in Italia manco si
sapeva cosa fosse.
Al massimo c'erano i Pooh, i Cugini di Campagna e Umberto Tozzi.

carletto
doppio..massimo
2015-11-27 19:11:00 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by Roberto
ROOOOOOOOOOOOOOUOUOUUOUOUTFL!
Rotfla stocazzo, quando Pino cantava (bene) il blues, in Italia manco si
sapeva cosa fosse.
Al massimo c'erano i Pooh, i Cugini di Campagna e Umberto Tozzi.
e Toto Cutugno
doppio..massimo
2015-11-27 13:19:29 UTC
Permalink
Post by Alessandro Cara
Post by carletto
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare, altro
che padrone...
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Alessandro Cara
2015-11-27 13:54:58 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Post by carletto
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare, altro
che padrone...
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Che fai gliela stai a tira' a DeGregori? ;-)
--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
doppio..massimo
2015-11-27 19:11:44 UTC
Permalink
Post by Alessandro Cara
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Post by carletto
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare,
altro che padrone...
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Che fai gliela stai a tira' a DeGregori? ;-)
ROTFL, no porello, e' il primo nome che mi e' venuto in mente
carletto
2015-11-27 17:45:00 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Dalla, De Gregori, Battisti
Mi spiace, ma pur con tutto il rispetto come autori, De Gregori e Battisti
canta(va)no come capretti tibetani.
Senza la minima tecnica e cognizione dello strumento-voce.
Motivo principale per il quale Battisti, saggiamente, evitava di fare
concerti.

carletto
Loreto
2015-11-27 18:04:47 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Dalla, De Gregori, Battisti
Mi spiace, ma pur con tutto il rispetto come autori, De Gregori
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre. Ha fatto sì dei capolavori della
musica leggera, ma si contano sulle dita di una mano. IMHO
--
olé
carletto
2015-11-27 18:10:59 UTC
Permalink
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre.
Non ti si puo' dare del tutto torto.
Post by Loreto
Ha fatto sì dei capolavori della
musica leggera, ma si contano sulle dita di una mano. IMHO
Bah, alla fine e' un discorso che si puo' applicare a quasi tutti i
cantautori.
La produzione eccelsa e' sempre una piccola fetta, una parentesi del totale.
Forse con l'eccezione di Dalla, De Andre' e Battisti, che sono stati delle
vere fucine di perle infilate una dietro l'altra (pur con i loro occasionali
cali).

carletto
Loreto
2015-11-27 18:16:31 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre.
Non ti si puo' dare del tutto torto.
Post by Loreto
Ha fatto sì dei capolavori della
musica leggera, ma si contano sulle dita di una mano. IMHO
Bah, alla fine e' un discorso che si puo' applicare a quasi tutti i
cantautori.
Vero, però la sacralità che c'è dietro De Gregori, molti altri se la
scordano.
Post by carletto
La produzione eccelsa e' sempre una piccola fetta, una parentesi del totale.
Forse con l'eccezione di Dalla, De Andre' e Battisti, che sono stati delle
vere fucine di perle infilate una dietro l'altra (pur con i loro occasionali
cali).
Credo, dall'altra parte, che Dalla invece sia uno dei cantautori più
sottovalutati (il che è tutto dire). Nat IMHO.
--
olé
doppio..massimo
2015-11-27 19:13:57 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre.
Vero, però la sacralità che c'è dietro De Gregori, molti altri se la
scordano.
ora non capisco se De Gregori e' sopravvalutato o no.
Post by Loreto
Credo, dall'altra parte, che Dalla invece sia uno dei cantautori più
sottovalutati (il che è tutto dire). Nat IMHO.
Quoto
Loreto
2015-11-27 21:03:25 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Loreto
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre.
Vero, però la sacralità che c'è dietro De Gregori, molti altri se la
scordano.
ora non capisco se De Gregori e' sopravvalutato o no.
Ribadivo che è sopravvalutato.
--
olé
doppio..massimo
2015-11-27 22:14:35 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by doppio..massimo
Post by Loreto
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre.
Vero, però la sacralità che c'è dietro De Gregori, molti altri se la
scordano.
ora non capisco se De Gregori e' sopravvalutato o no.
Ribadivo che è sopravvalutato.
La sacralita' viene dai canti De Gregoriani
carletto
2015-11-27 22:36:18 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
La sacralita' viene dai canti De Gregoriani
Pessima...

carletto
doppio..massimo
2015-11-27 23:23:35 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
La sacralita' viene dai canti De Gregoriani
Pessima...
carletto
come sei severo
carletto
2015-11-27 23:47:51 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by carletto
Pessima...
come sei severo
"severo ma giusto" (cit)

carletto
doppio..massimo
2015-11-27 19:15:25 UTC
Permalink
Post by Loreto
Credo, dall'altra parte, che Dalla invece sia uno dei cantautori più
sottovalutati (il che è tutto dire). Nat IMHO.
e' stato il primo concerto che ho visto.

Il secondo sono stati i Dead Kennedys (ho gusti variegati)
Loreto
2015-11-27 21:04:50 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Loreto
Credo, dall'altra parte, che Dalla invece sia uno dei cantautori più
sottovalutati (il che è tutto dire). Nat IMHO.
e' stato il primo concerto che ho visto.
Il mio primo concerto è stato un concerto dei Pink Floyd.
--
olé
doppio..massimo
2015-11-27 22:10:34 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by doppio..massimo
Post by Loreto
Credo, dall'altra parte, che Dalla invece sia uno dei cantautori più
sottovalutati (il che è tutto dire). Nat IMHO.
e' stato il primo concerto che ho visto.
Il mio primo concerto è stato un concerto dei Pink Floyd.
Wish you where here e' stato il mio primo disco (In the court of the
Crimson King, il secondo)
rg
2015-11-30 09:36:09 UTC
Permalink
Post by Loreto
Con tutto il rispetto per il rispetto, De Gregori credo sia uno dei
cantautori più sopravvalutati di sempre. Ha fatto sì dei capolavori della
musica leggera, ma si contano sulle dita di una mano. IMHO
Diciamo che ha attinto a piene mani da Dylan e Cohen con risultati a
volte riusciti ("Buonanotte fiorellino") ed a volte catastrofici (basta
sentire la versione italiana di "The Future" dove sostituisce un
"Repènt" con "Pèntiti"!)
Dopo "La donna cannone" (Locasciulli a parte) non è mai più praticamente
esistito, come del resto Venditti dopo "Sotto il segno dei pesci". Solo
ruffianate e manovalanza post fase creativa ed impegnata.
Nel cestino anche i vari Cocciante del periodo Luberti e Baglioni del
periodo Coggio dopo rispettivamente Concerto per Margherita e Solo.
Il tutto ovviamente rigorosamente IMHO...
Grandi esclusi, come sempre, Bertoli (es: "Maddalena"), Bubola (es:
"Cento Volte") e Gaber (es: "Un'idea").
carletto
2015-11-30 12:28:51 UTC
Permalink
Diciamo che ha attinto a piene mani da Dylan e Cohen con risultati a volte
riusciti ("Buonanotte fiorellino") ed a volte catastrofici (basta sentire
la versione italiana di "The Future" dove sostituisce un "Repènt" con
"Pèntiti"!)
Dopo "La donna cannone" (Locasciulli a parte) non è mai più praticamente
esistito, come del resto Venditti dopo "Sotto il segno dei pesci". Solo
ruffianate e manovalanza post fase creativa ed impegnata.
Nel cestino anche i vari Cocciante del periodo Luberti e Baglioni del
periodo Coggio dopo rispettivamente Concerto per Margherita e Solo.
Il tutto ovviamente rigorosamente IMHO...
Grandi esclusi, come sempre, Bertoli (es: "Maddalena"), Bubola (es: "Cento
Volte") e Gaber (es: "Un'idea").
E' da un po' di anni che sono arrivato alla conclusione che la vena
creativa, la poesia, l'ispirazione non siano risorse infinite, in nessun
artista. Sono barlumi, attimi, coincidenze, per lo piu' momentanei: si fa
qualcosa di veramente bello, e poi si campa di rendita (o di lavoro altrui,
riconosciuto o meno...).

carletto
rg
2015-12-01 17:12:52 UTC
Permalink
Post by carletto
E' da un po' di anni che sono arrivato alla conclusione che la vena
creativa, la poesia, l'ispirazione non siano risorse infinite, in nessun
artista. [...]
Sì, e trovo che sia completamente mancato il ricambio generazionale di
artisti (prova ne siano le infinite e fastidiose "cover" in tutti i
generi artistici).
Un Micocci (della RCA) degli anni 2000 non esiste più, sostituito da
x-factor e defilippi vari.
La musica come testi ed arrangiamenti non attinge più da una forma
creativa dettata da protesta, amore, voglia di cambiare. Ora attinge da
modelli predefiniti ben controllati ed è diffusa a target esclusivamente
commerciale rigorosamente proteso a non toccare la coscienza tantomeno
la politica.
In un contesto prettamente televisivo attuale del "va tutto bene" ti
immagini un Venditti che canta ad Amici "Seveso"? O Lolli che non vede
più gli zingari felici? O Finardi che canta "Il primo buco l'ho fatto
una sera..."?
Insomma, per dirlo alla Springsteen, il fantasma di Tom Joad ed i VERI
musicisti alla Tom Morello sono rimasti negli States (a proposito, dai
un'occhiata a questo video...:

carletto
2015-12-01 18:10:43 UTC
Permalink
Post by rg
Sì, e trovo che sia completamente mancato il ricambio generazionale di
artisti (prova ne siano le infinite e fastidiose "cover" in tutti i generi
artistici).
Beh, c'e' anche da dire che oggi, diciamo dall'era internet in poi,
impegnarsi a scrivere non paga piu', dischi non se ne vendono piu',
produttori pronti a scommettere non esistono piu', insomma e' tutto un
indotto che e' crollato, e soprattutto demotivato.
Post by rg
Un Micocci (della RCA) degli anni 2000 non esiste più, sostituito da
x-factor e defilippi vari.
E' sempre un fatto di vendite. Un Micocci oggi non avrebbe piu' di che
campare. I vari x-qualcosa sono solo una risposta economica a questo
baratro. A proposito, chissa' che fine ha fatto quell'altro cantautore
(geniale) che lo voleva ammazzare? Chissa' oggi che ne pensa, della
situazione attuale...
Post by rg
La musica come testi ed arrangiamenti non attinge più da una forma
creativa dettata da protesta, amore, voglia di cambiare. Ora attinge da
modelli predefiniti ben controllati ed è diffusa a target esclusivamente
commerciale rigorosamente proteso a non toccare la coscienza tantomeno la
politica.
Mah, nel circuito underground c'e' comunque fermento, e circolano anche cose
interessanti.
Forse la cifra stilistica si e' spostata piu' verso il malessere, che verso
la protesta, come usava qualche decennio fa. E si' che ce ne sarebbero di
fonti di ispirazione, oggi. O forse che oggi protestano tutti, si e' un po'
anestetizzato il gusto e la sensibilita' verso questo tipo di espressione.
Una volta una parolaccia mezzo accennata gia' era protesta, oggi chi vuoi ci
faccia piu' caso...
Solo che il problema principale oggi e' la visibilita', il farsi largo in
mezzo a miliardi di stimoli, il sopravvivere ai primi dieci secondi di
youtube...
Non e' una cosa semplice, ne' da affrontare, ne' da capire dove andra' a
parare.
Post by rg
In un contesto prettamente televisivo attuale del "va tutto bene" ti
immagini un Venditti che canta ad Amici "Seveso"? O Lolli che non vede più
gli zingari felici? O Finardi che canta "Il primo buco l'ho fatto una
sera..."?
O Rosso che canta "Letto 26"?
Post by rg
Insomma, per dirlo alla Springsteen, il fantasma di Tom Joad ed i VERI
musicisti alla Tom Morello sono rimasti negli States (a proposito, dai
http://youtu.be/n-mq0uJ7rlM
All'estero, per adesso, la musica ancora e' una cosa seria.
Ma la botta l'hanno avuta dovunque.

carletto
rg
2015-12-02 10:07:59 UTC
Permalink
Post by carletto
A proposito, chissa' che fine ha fatto quell'altro cantautore
(geniale) che lo voleva ammazzare? Chissa' oggi che ne pensa, della
situazione attuale...
Partecipa ai reality, fa TV e promuove le stesse due canzoni (splendide)
del 1979.
Post by carletto
Forse la cifra stilistica si e' spostata piu' verso il malessere
Vero anche per me, ma è un malessere attento a non oltrepassare certi
confini...
Post by carletto
Solo che il problema principale oggi e' la visibilita', il farsi largo in
mezzo a miliardi di stimoli, il sopravvivere ai primi dieci secondi di
youtube...
Video killed the radio star.
Una volta un buon disco si ascoltava ad occhi chiusi. Oggi si ascolta
con gli occhi. Il che trancia di netto qualsiasi contatto con
l'immaginazione. E' un brutto film di un bel libro, è la dirottazione
blasfema di messaggi diretti alla tua anima, è l'istigazione per il
"musicista" di oggi a privilegiare la forma.
Non esisterà mai un video per "verranno a chiederti del nostro amore" o
per "musica ribelle" (possibilmente con Calloni alla batteria :)
Post by carletto
Post by rg
In un contesto prettamente televisivo attuale del "va tutto bene" ti
immagini un Venditti che canta ad Amici "Seveso"? O Lolli che non vede più
gli zingari felici? O Finardi che canta "Il primo buco l'ho fatto una
sera..."?
O Rosso che canta "Letto 26"?
Altra perla... praticamente dimenticata :(
Loreto
2015-11-30 12:49:50 UTC
Permalink
Post by rg
Nel cestino anche i vari Cocciante del periodo Luberti e Baglioni del
periodo Coggio dopo rispettivamente Concerto per Margherita e Solo.
Il tutto ovviamente rigorosamente IMHO...
"Cento Volte") e Gaber (es: "Un'idea").
Non ho capito in che cestino li metti.
--
olé
rg
2015-12-01 16:41:46 UTC
Permalink
Post by Loreto
Non ho capito in che cestino li metti.
Delle produzioni successive dettate dal vivere di rendita...
Loreto
2015-12-01 19:49:12 UTC
Permalink
Post by rg
Post by Loreto
Non ho capito in che cestino li metti.
Delle produzioni successive dettate dal vivere di rendita...
Ah, chiaro. Be', è così per chiunque non smette di cantare ad un certo
punto della sua vita: beati quelli che sono morti a 27 anni.
Ad ogni modo, anche tra quelli che hai citato e dando per scontato il calo
di ispirazione, non tutti hanno voluto semplicemente vivere di rendita.
IMHO
--
olé
Roberto Rosoni
2015-11-27 18:05:12 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
carletto, il Fri, 27 Nov 2015 18:45:00 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Dalla, De Gregori, Battisti
Mi spiace, ma pur con tutto il rispetto come autori, De Gregori e Battisti
canta(va)no come capretti tibetani.
Senza la minima tecnica e cognizione dello strumento-voce.
Motivo principale per il quale Battisti, saggiamente, evitava di fare
concerti.
Concordo. Invece avete saltato De Andrè.
--
Roberto Rosoni
carletto
2015-11-27 18:13:08 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Concordo. Invece avete saltato De Andrè.
Nel senso che e' uno che sapeva cantare, oppure no?
(E comunque, pure De Andre', che ho sempre amato in modo speciale, credo sia
oggettivamente sopravvalutato, come autore, anche perche' di roba
*veramente* tutta sua ce n'e' ben poca)

carletto
Roberto Rosoni
2015-11-27 20:49:07 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
carletto, il Fri, 27 Nov 2015 19:13:08 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by carletto
Post by Roberto Rosoni
Concordo. Invece avete saltato De Andrè.
Nel senso che e' uno che sapeva cantare, oppure no?
Direi proprio di sì.
Post by carletto
(E comunque, pure De Andre', che ho sempre amato in modo speciale, credo sia
oggettivamente sopravvalutato, come autore, anche perche' di roba
*veramente* tutta sua ce n'e' ben poca)
Io so solo che i suoi testi sono genialità pura.
--
Roberto Rosoni
carletto
2015-11-27 22:24:31 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Direi proprio di sì.
Nel suo genere, e nel suo registro tipico, sicuramente. Credo abbia fatto
addirittura scuola (quella l'ha fatta anche Pelu', ma sorvoliamo...)
Ma non era comunque un canto tecnicamente maturo.
Post by Roberto Rosoni
Io so solo che i suoi testi sono genialità pura.
Questo non l'ho mai messo in dubbio. Dico invece che e' uno non aveva tutta
sta grande Poesia, se messo da solo di fronte al foglio bianco (non a caso
la sua canzone piu' ispirata, e secondo me la migliore, l'ha scritta da
ubriaco perso...), non traduceva la realta' in poesia pura, come per esempio
e' stato capace di fare De Gregori, o lo stesso Dalla. Pero' sapeva
scegliere bene i collaboratori, e le fonti ispiratrici, a volte tradotte
integralmente, a volte dichiarate solo come ispiratrici, a volte non
dichiarate affatto... Sapeva scegliere, questo sempre con garbo,
intelligenza e si', genio.

carletto
GiuseppeDini
2015-11-28 09:55:41 UTC
Permalink
Post by carletto
Questo non l'ho mai messo in dubbio. Dico invece che e' uno non aveva tutta
sta grande Poesia, se messo da solo di fronte al foglio bianco (non a caso la
sua canzone piu' ispirata, e secondo me la migliore, l'ha scritta da ubriaco
perso...)
quale?
(lui diceva che la sua opera migliore era "Bocca di rosa")
--
Giuseppe
carletto
2015-11-28 12:49:40 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
quale?
"Amico Fragile".
Secondo me la quintessenza della poetica e del messaggio di De Andre'.

carletto
doppio..massimo
2015-11-27 19:12:34 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Dalla, De Gregori, Battisti
Mi spiace, ma pur con tutto il rispetto come autori, De Gregori e
Battisti canta(va)no come capretti tibetani.
Senza la minima tecnica e cognizione dello strumento-voce.
Motivo principale per il quale Battisti, saggiamente, evitava di fare
concerti.
vabbe' almeno con Dallas c'ho preso
carletto
2015-11-27 19:19:26 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
vabbe' almeno con Dallas c'ho preso
Assolutamente. Il top, almeno fino a tutti gli anni '80.
Deve ancora nascere uno che puo' uguagliare quello che e' riuscito a
sfornare nei suoi anni migliori.

carletto
Loreto
2015-11-27 21:09:53 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
vabbe' almeno con Dallas c'ho preso
Assolutamente. Il top, almeno fino a tutti gli anni '80.
Deve ancora nascere uno che puo' uguagliare quello che e' riuscito a
sfornare nei suoi anni migliori.
Com'è profondo il mare, Dalla e Lucio Dalla (tre album consecutivi) valgono
gran parte di tutta la discografia italiana IMHO.
Se poi consideriamo che non aveva mai scritto un testo prima...
--
olé
doppio..massimo
2015-11-27 22:12:00 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by carletto
Post by doppio..massimo
vabbe' almeno con Dallas c'ho preso
Assolutamente. Il top, almeno fino a tutti gli anni '80.
Deve ancora nascere uno che puo' uguagliare quello che e' riuscito a
sfornare nei suoi anni migliori.
Com'è profondo il mare, Dalla e Lucio Dalla (tre album consecutivi)
valgono gran parte di tutta la discografia italiana IMHO.
Se poi consideriamo che non aveva mai scritto un testo prima...
Ma anche le musiche sono notevoli
carletto
2015-11-27 22:25:52 UTC
Permalink
Post by Loreto
Com'è profondo il mare, Dalla e Lucio Dalla (tre album consecutivi) valgono
gran parte di tutta la discografia italiana IMHO.
Se poi consideriamo che non aveva mai scritto un testo prima...
Esatto. Quello per me e' il genio e il talento fuori dall'ordinario.

carletto
rg
2015-11-30 09:13:27 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
E vogliamo aggiungere Bertoli?
carletto
2015-11-30 12:30:29 UTC
Permalink
Post by rg
E vogliamo aggiungere Bertoli?
Grande cantatuore, ma non era un usignuolo, sul piano strettamente
tecnico-canoro.

carletto
doppio..massimo
2015-11-30 19:34:11 UTC
Permalink
Post by rg
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
E vogliamo aggiungere Bertoli?
certamente si. Ne potremmo aggiungere parecchi, anche piu' bravi di
alcuni di quelli che ho citato io.

Solo che ne aveva chiesti tre e non ho voluto strafare :-)
Sleepers
2015-11-30 12:21:25 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Battisti è sempre stato stonato, e lo si sente; leggevo (non ricordo
dove) che quando registrava in studio era un delirio tra i tecnici, per
scegliere i take che facessero meno schifo.
--
Ciao, Alessio - http://www.sleepers.it

Materiale in italiano per Agent: http://agentit.altervista.org/
doppio..massimo
2015-11-30 19:34:49 UTC
Permalink
Post by Sleepers
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Battisti è sempre stato stonato, e lo si sente; leggevo (non ricordo
dove) che quando registrava in studio era un delirio tra i tecnici, per
scegliere i take che facessero meno schifo.
Minchia, addirittura stonato ?
carletto
2015-11-30 22:01:41 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Minchia, addirittura stonato ?
Abbastanza. Ma stonato non nel senso che era antimusicale, e' che non aveva
la cognizione elementare di una corretta emissione vocale. Strozzava,
ingolava, nu ja faceva, e si sente. Ma probabilmente a lui andava bene
cosi', e anche agli altri...

carletto
doppio..massimo
2015-11-30 22:28:47 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Minchia, addirittura stonato ?
Abbastanza. Ma stonato non nel senso che era antimusicale, e' che non
aveva la cognizione elementare di una corretta emissione vocale.
Strozzava, ingolava, nu ja faceva, e si sente. Ma probabilmente a lui
andava bene cosi', e anche agli altri...
ok, sono d'accordo che il punto di forza delle sue canzoni non era come
le cantava. Le parole erano di Mogol. Almeno la musica la scriveva lui ??
o era praticamente inutile ?
carletto
2015-11-30 22:42:09 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
ok, sono d'accordo che il punto di forza delle sue canzoni non era come
le cantava. Le parole erano di Mogol. Almeno la musica la scriveva lui ??
o era praticamente inutile ?
No, altro che. La musica era sua, come gli arrangiamenti, a volte davvero
pregevoli e all'avanguardia per i tempi. Battisti era un grande musicista,
aveva una gran bella testa in questo senso.

carletto
doppio..massimo
2015-12-01 21:53:04 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
ok, sono d'accordo che il punto di forza delle sue canzoni non era come
le cantava. Le parole erano di Mogol. Almeno la musica la scriveva lui ??
o era praticamente inutile ?
No, altro che. La musica era sua, come gli arrangiamenti, a volte
davvero pregevoli e all'avanguardia per i tempi. Battisti era un grande
musicista,
aveva una gran bella testa in questo senso.
ok, mi stava crollando un mito.

cio' detto, ci sono decine di sue canzoni bellissime, ma faccio fatica ad
ascoltarne piu' di due o tre alla volta (qualsiasi due o tre)
Sleepers
2015-12-01 00:02:58 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Minchia, addirittura stonato ?
Spesso, sì:


Ma è in buona compagnia, anche di cantanti puri:
http://theconcourse.deadspin.com/isolated-unedited-vocals-of-mariah-careys-awful-holida-1666529981

Ciao, Alessio.
--
Ability to type on a computer terminal is no guarantee of sanity,
intelligence, or common sense. (Gene Spafford)
doppio..massimo
2015-12-01 21:54:04 UTC
Permalink
Post by Sleepers
Post by doppio..massimo
Minchia, addirittura stonato ?
Spesso, sì: http://youtu.be/gzfJ1L3d3e0
ah pero' :-)
Roberto Rosoni
2015-12-01 00:43:23 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Mon, 30 Nov 2015 19:34:49 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by Sleepers
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Battisti è sempre stato stonato, e lo si sente; leggevo (non ricordo
dove) che quando registrava in studio era un delirio tra i tecnici, per
scegliere i take che facessero meno schifo.
Minchia, addirittura stonato ?
Tremendo. E te lo dico da suo fan.
--
Roberto Rosoni
candide
2015-12-01 11:12:04 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Mon, 30 Nov 2015 19:34:49 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by Sleepers
Post by doppio..massimo
Post by Alessandro Cara
Citami tre cantautori che sanno cantare!
Dalla, De Gregori, Battisti
Battisti è sempre stato stonato, e lo si sente; leggevo (non ricordo
dove) che quando registrava in studio era un delirio tra i tecnici, per
scegliere i take che facessero meno schifo.
Minchia, addirittura stonato ?
Tremendo. E te lo dico da suo fan.
cerchiamo di capirci.
Battisti non è mai stato stonato, come invece lo sono stati in alcuni
casi Celentano, Paolo Conte e pure Battiato.
A volte si intende come stonatura quella che è solamente una "stecca".
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
Una persona dall'orecchio assoluto, quini il più intonato possibile, può
steccare una nota se ha un abbassamento di voce.
Una persona con la gola perfetta ma stonata non stecca ma è fuori tono
rispetto alla melodia .
Tornando a Battisti, quelli che dicono che fosse un cantante scarso,
hanno come parametro solo la pulizia della voce.
Ricordo a quei tempi , il critico musicale di riferimento era Renzo
Nissim che infatti tuonava alla RAI che Battisti era un cantante
impresentabile citando invece la pulizia della voce di Nunzio Gallo.
Ora, c'è mai qualcuno che abbia avuto una emozione con la voce di Nunzio
Gallo? Il fatto è che in musica, come in pittura e anche in scrittura,
la qualità tecnica dell'Artista è solo uno dei paramtri. Quello che
conta è l'empatia emozionale che tramette l'Artista non la pulizia del
medium.
E' il caso di Bob Dylan, voce da capra ma di grande impatto emotivo.
L'ho visto qualche giorno fa a Milano, due ore di puro godimento emozionale.
Ascolta questa canzone, "Blind Willie MC Tell " che ha un testo
incredibile e una interpretazione da brivido del grande Bob.
E pensare che era stata esclusa dall'album "Infidels" e mai pubblicata .
Una vera gemma dimenticata e riscoperta.


E per finire dico qualcosa su Johnny Cash, grande voce baritonale di
velluto, interprete del country e folk americano più conosciuto.
Negli ultimi anni di vita Johnny Cash ebbe un cancro alla mandibola che
praticamente gli mise fuori uso la voce e la faccia.
Eppure, in quelle condizioni offrì due interpretazioni indimenticabili
di due hit, interpretazione che personalmente mi fecero e mi fanno
venire le lacrime agli ochhi ogni volta che le ascolto.
Voce roca, biascicata, senza energia, ma con un pathos indescrivibile

http://youtu.be/8dKT-0KMcqg
di Simon e Garfunkel


di Trent Reznor ( NIN )

candide
Sleepers
2015-12-01 12:52:26 UTC
Permalink
Post by candide
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Questa è una stecca:

Linea melodica: -----------------------__---------------
"stecca"
Post by candide
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
Più o meno così:
linea melodica (teorica) in alto, voce (tono reale) in basso.
-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
--
Ciao, Alessio - http://www.sleepers.it

Materiale in italiano per Agent: http://agentit.altervista.org/
candide
2015-12-01 13:10:44 UTC
Permalink
Post by Sleepers
Post by candide
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Linea melodica: -----------------------__---------------
"stecca"
Post by candide
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
linea melodica (teorica) in alto, voce (tono reale) in basso.
-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
beh, non proprio così. Chi stona "ondeggia" sulla linea melodica a volte
sopra , a volte sotto.


candide
doppio..massimo
2015-12-01 22:03:32 UTC
Permalink
Post by candide
Post by Sleepers
Post by candide
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Linea melodica: -----------------------__---------------
"stecca"
Post by candide
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
linea melodica (teorica) in alto, voce (tono reale) in basso.
-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
beh, non proprio così. Chi stona "ondeggia" sulla linea melodica a volte
sopra , a volte sotto.
infatti, se sei solo sfalsato ma mantieni le giuste distanze in toni/
semitoni, non sei stonato. Se salti da in tono a sfalsato, magari sia
sopra che sotto, allora si che sei stonato.
carletto
2015-12-01 23:45:32 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
infatti, se sei solo sfalsato ma mantieni le giuste distanze in toni/
semitoni, non sei stonato.
Ah no? E cosa sei invece? Come puo' essere definito uno che e' "solo
sfalsato"?
Post by doppio..massimo
Se salti da in tono a sfalsato, magari sia
sopra che sotto, allora si che sei stonato.
Mi piace questa tua pittoresca ma politicamente corretta classificazione,
"sia sopra che sotto" e' bellissimo...
Mi ricorda le meretrici di una volta, le prime nigeriane
"drendamila-boca-figa" :-)

carletto
doppio..massimo
2015-12-02 16:44:48 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
infatti, se sei solo sfalsato ma mantieni le giuste distanze in toni/
semitoni, non sei stonato.
Ah no? E cosa sei invece? Come puo' essere definito uno che e' "solo
sfalsato"?
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Se salti da in tono a sfalsato, magari sia sopra che sotto, allora si
che sei stonato.
Mi piace questa tua pittoresca ma politicamente corretta
classificazione,
"sia sopra che sotto" e' bellissimo...
Sapendo che non sono un musicista e non so leggere la musica, puoi anche
immaginare che mi manca proprio la terminologia, no ?
Post by carletto
Mi ricorda le meretrici di una volta, le prime nigeriane
"drendamila-boca-figa" :-)
LOL
Roberto Rosoni
2015-12-02 19:58:14 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Wed, 2 Dec 2015 16:44:48 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by carletto
Post by doppio..massimo
infatti, se sei solo sfalsato ma mantieni le giuste distanze in toni/
semitoni, non sei stonato.
Ah no? E cosa sei invece? Come puo' essere definito uno che e' "solo
sfalsato"?
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Se salti da in tono a sfalsato, magari sia sopra che sotto, allora si
che sei stonato.
Mi piace questa tua pittoresca ma politicamente corretta
classificazione,
"sia sopra che sotto" e' bellissimo...
Sapendo che non sono un musicista e non so leggere la musica, puoi anche
immaginare che mi manca proprio la terminologia, no ?
Post by carletto
Mi ricorda le meretrici di una volta, le prime nigeriane
"drendamila-boca-figa" :-)
LOL
--
Roberto Rosoni
Roberto Rosoni
2015-12-02 20:04:47 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Wed, 2 Dec 2015 16:44:48 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by carletto
Post by doppio..massimo
infatti, se sei solo sfalsato ma mantieni le giuste distanze in toni/
semitoni, non sei stonato.
Ah no? E cosa sei invece? Come puo' essere definito uno che e' "solo
sfalsato"?
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
No, perché lo fa secondo regole armoniche. Anche stare sopra una quinta
giusta o sotto una quarta giusta non fa danni.
Stai fisso sopra di mezzo/un tono e sentirai che schifo...
--
Roberto Rosoni
doppio..massimo
2015-12-02 22:11:45 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
No, perché lo fa secondo regole armoniche. Anche stare sopra una quinta
giusta o sotto una quarta giusta non fa danni.
Stai fisso sopra di mezzo/un tono e sentirai che schifo...
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu' alta
(o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono / mezzotono
sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei abituato a
sentirla in un altro modo.
carletto
2015-12-03 02:30:33 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu' alta
(o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono / mezzotono
sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei abituato a
sentirla in un altro modo.
Oddddiiio, toglietemelo d'avanti...

carletto
Roberto Rosoni
2015-12-03 07:40:13 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
carletto, il Thu, 3 Dec 2015 03:30:33 +0100, ha scritto in it.media.tv a
Post by carletto
Post by doppio..massimo
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu' alta
(o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono / mezzotono
sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei abituato a
sentirla in un altro modo.
Oddddiiio, toglietemelo d'avanti...
Chiedi a Ignazio qualcosa da prendere per reggere le minchiate di
doppio..massimo quando esplora terreni a lui sconosciuti, dovrebbe
intendersene... :-)
--
Roberto Rosoni
doppio..massimo
2015-12-03 23:17:30 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by carletto
Post by doppio..massimo
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu'
alta (o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono /
mezzotono sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche'
sei abituato a sentirla in un altro modo.
Oddddiiio, toglietemelo d'avanti...
Chiedi a Ignazio qualcosa da prendere per reggere le minchiate di
doppio..massimo quando esplora terreni a lui sconosciuti, dovrebbe
intendersene... :-)
allora porca troia spiegatemi l'arcano.

Cazzo, quella bellisima versione di bridge over troubled water cantata da
Johnny Cash, quanti toni e' piu' bassa dell'originale ? La definiresti
stonata ?
Roberto Rosoni
2015-12-03 07:38:39 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Wed, 2 Dec 2015 22:11:45 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
No, perché lo fa secondo regole armoniche. Anche stare sopra una quinta
giusta o sotto una quarta giusta non fa danni.
Stai fisso sopra di mezzo/un tono e sentirai che schifo...
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu' alta
(o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono / mezzotono
sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei abituato a
sentirla in un altro modo.
Oh, certo, suona la "canzone del sole", per quasi tutti la prima
canzonetta per chitarra in Do, e cantaci sopra in Do#... O magari la
cantate in due: uno in Do e uno in Re... Poi mi racconti...

Diversa la "trasposizione", in cui *Tutte* le parti vengono spostate
dello stesso intervallo per una qualche ragione, dalla più tipica,
adattarsi alla voce dello specifico cantante (io per fare "il mio canto
libero" ho bisogno che la si suoni in Sol, perché in Lab, tonalità
originaria, mi strozzo), ad altre meno intuitive, come passare ad una
tonalità di esecuzione più facile (ad esempio il Va pensiero è in Do#,
un incubo per tutti con 7 diesis in chiave, per cui nel 99% dei casi la
senti eseguita in Do naturale).
--
Roberto Rosoni
carletto
2015-12-03 12:26:36 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Oh, certo, suona la "canzone del sole", per quasi tutti la prima
canzonetta per chitarra in Do, e cantaci sopra in Do#... O magari la
cantate in due: uno in Do e uno in Re... Poi mi racconti...
Tu ci scherzi, ma diversi compositori importanti del Novecento hanno fatto
la propria fortuna proprio su concetti come politonalita' (in breve il far
suonare due o piu' parti strumentali contemporaneamente in tonalita'
diverse, non in modo perfettamente parallelo, ovvio, ma usando forme di
contrappunto) o pantonalita'. Come, sul versante del jazz, hanno fatto anche
alcuni tra i pilastri dell'improvvisazione moderna. Ovviamente, tutti questi
signori, sapevano perfettamente quello che facevano...
E parti embrionali di questi concetti affiorano anche in diverse armonie
della musica leggera moderna.
Post by Roberto Rosoni
Diversa la "trasposizione", in cui *Tutte* le parti vengono spostate
dello stesso intervallo per una qualche ragione, dalla più tipica,
adattarsi alla voce dello specifico cantante (io per fare "il mio canto
libero" ho bisogno che la si suoni in Sol, perché in Lab, tonalità
originaria, mi strozzo),
I miei ricordi dei tempi delle schitarrate selvagge mi dicono che
l'originale fosse in Do, effettivamente roba da strozzapreti...
Post by Roberto Rosoni
ad altre meno intuitive, come passare ad una
tonalità di esecuzione più facile (ad esempio il Va pensiero è in Do#,
un incubo per tutti con 7 diesis in chiave, per cui nel 99% dei casi la
senti eseguita in Do naturale).
Mah, in realta' le alterazioni in chiave non costituiscono un grosso
problema, se si conoscono le scale in modo fluido in tutte e 12 le tonalita'
(non e' una cosa cosi' difficile, ed e' il minimo sindacale per ogni
strumentista). La cosiddetta solmisazione (altra pratica poco amata in
Italia, dai vecchi barbagianni) puo' aiutare molto.

carletto
doppio..massimo
2015-12-03 23:26:50 UTC
Permalink
Post by carletto
strumentista). La cosiddetta solmisazione (altra pratica poco amata in
in due parole, cos'e' ?
doppio..massimo
2015-12-03 23:24:27 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu'
alta (o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono /
mezzotono sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei
abituato a sentirla in un altro modo.
Oh, certo, suona la "canzone del sole", per quasi tutti la prima
canzonetta per chitarra in Do, e cantaci sopra in Do#... O magari la
cantate in due: uno in Do e uno in Re... Poi mi racconti...
e no, stiamo parlando di canto. Canta e basta, a un tono di distanza.
Oppure suonaci sopra ugualmente a un tono di distanza. Altrimenti e'
ovvio che stridono.
Post by Roberto Rosoni
Diversa la "trasposizione", in cui *Tutte* le parti vengono spostate
dello stesso intervallo per una qualche ragione, dalla più tipica,
OK, intendevo questo. Come cavolo faccio a sapere che si dice
trasposizione, secondo te ?
Post by Roberto Rosoni
adattarsi alla voce dello specifico cantante (io per fare "il mio canto
libero" ho bisogno che la si suoni in Sol, perché in Lab, tonalità
originaria, mi strozzo)
E sei intonato anche se abbassi tutto da la a sol. Non e' quello che ho
detto prima ?
Post by Roberto Rosoni
tonalità di esecuzione più facile (ad esempio il Va pensiero è in Do#,
un incubo per tutti con 7 diesis in chiave, per cui nel 99% dei casi la
senti eseguita in Do naturale).
e chi ascolta se ne accorge solo se c'e' il fesso che la suona in Do# da
solo.
Roberto Rosoni
2015-12-04 07:19:50 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Thu, 3 Dec 2015 23:24:27 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
scusa, ma se la canzone fosse stata proprio scritta mezzo tono piu'
alta (o piu' bassa) ? Se segui l'armonica *costantemente* un tono /
mezzotono sfalsata, non dovrebbe sembrarti stonata, se non perche' sei
abituato a sentirla in un altro modo.
Oh, certo, suona la "canzone del sole", per quasi tutti la prima
canzonetta per chitarra in Do, e cantaci sopra in Do#... O magari la
cantate in due: uno in Do e uno in Re... Poi mi racconti...
e no, stiamo parlando di canto. Canta e basta, a un tono di distanza.
Oppure suonaci sopra ugualmente a un tono di distanza. Altrimenti e'
ovvio che stridono.
NON FARE IL SOLITO FURBO PARACULO!
Tu hai scritto:

[...]>>> Chi fa il controcanto e' stonato per definizione ?[...]

Il controcanto si fa a DUE voci per definizione. Quindi se mescoli
insieme trasposizione del brano e canto a più voci, sei tu che fai un
mischiotto e poi cerchi di far passare per fesso l'altro.

Quanto a suonare e cantare a un tono di distanza... mi vengono i brividi
al solo pensiero.

E tanto per chiarire, che sia voce umana o strumento, il termine "voce"
non cambia significato e neanche uso o scopo, e anche il termine "canto"
non significa affatto "performance umana". Che su di una linea armonica
ci "canti" sopra con un violino o con delle corde vocali, non cambia
assolutamente nulla.
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Diversa la "trasposizione", in cui *Tutte* le parti vengono spostate
dello stesso intervallo per una qualche ragione, dalla più tipica,
OK, intendevo questo. Come cavolo faccio a sapere che si dice
trasposizione, secondo te ?
Post by Roberto Rosoni
adattarsi alla voce dello specifico cantante (io per fare "il mio canto
libero" ho bisogno che la si suoni in Sol, perché in Lab, tonalità
originaria, mi strozzo)
E sei intonato anche se abbassi tutto da la a sol. Non e' quello che ho
detto prima ?
No. Hai parlato di controcanto. E comunque tutti si adattano alla nuova
chiave. Canto e strumenti. Un musicista decente lo fa ad occhio leggendo
la partitura e spostando le note al volo (ed ecco perché non sono del
tutto d'accordo con carletto sulla non-necessità di saper leggere - e lo
dico io che leggo solo in Sol e non il setticlavio)
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
tonalità di esecuzione più facile (ad esempio il Va pensiero è in Do#,
un incubo per tutti con 7 diesis in chiave, per cui nel 99% dei casi la
senti eseguita in Do naturale).
e chi ascolta se ne accorge solo se c'e' il fesso che la suona in Do# da
solo.
Se uno suonasse mezzo tono sopra avresti l'effetto di un gessetto sulla
lavagna, per cui è impossibile, fesso o no.
E comunque col cazzo che se tutti suonano trasposti rispetto ad un
originale di riferimento non ce ne si accorge. Un musicista esperto se
ne accorge subito. Perfino io, che esperto non sono, percepisco che c'è
qualcosa di strano, anche se non so dirti di quanti semitoni è shiftata
l'esecuzione.
Anche perché è difficile da spiegare, ma tonalità differenti hanno
"mood" differenti.

Ma cazzo, non sai neanche cosa significa "trasposizione" (un termine a
livello zero di teoria), e pontifichi di "fessi"...
Ha ragione carletto: giusto perché questo thread è porto franco, ma ti
meriteresti tanti di quegli insulti...
Io ti do un consiglio, se vuoi iniziare. Non importa quanto impari,
all'inizio. E' la MAREA DI MINCHIATE che hai in testa che devi
dimenticare.
--
Roberto Rosoni
doppio..massimo
2015-12-04 12:49:54 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
e no, stiamo parlando di canto. Canta e basta, a un tono di distanza.
Oppure suonaci sopra ugualmente a un tono di distanza. Altrimenti e'
ovvio che stridono.
NON FARE IL SOLITO FURBO PARACULO!
[...]>>> Chi fa il controcanto e' stonato per definizione ?[...]
Vero, il controcanto e' stato un cattivo esempio. Probabilmente perche'
al ritmo di botta e risposta distanziate di 5 o 6 ore mi sono perso parte
del filo.
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Diversa la "trasposizione", in cui *Tutte* le parti vengono spostate
dello stesso intervallo per una qualche ragione, dalla più tipica,
OK, intendevo questo. Come cavolo faccio a sapere che si dice
trasposizione, secondo te ?
Post by Roberto Rosoni
adattarsi alla voce dello specifico cantante (io per fare "il mio
canto libero" ho bisogno che la si suoni in Sol, perché in Lab,
tonalità originaria, mi strozzo)
E sei intonato anche se abbassi tutto da la a sol. Non e' quello che ho
detto prima ?
No. Hai parlato di controcanto. E comunque tutti si adattano alla nuova
Prima di tirare in ballo il controcanto avevo gia' parlato di abbassare/
alzare tutto.
Post by Roberto Rosoni
Ma cazzo, non sai neanche cosa significa "trasposizione" (un termine a
Io non conoscevo il termine tecnico usato. Un po' come Ignazio quandi gli
parli di GUI e di menu.
carletto
2015-12-03 02:28:29 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
Eeeeehhhh? Come fosse antani?
Per tutte le corbellerie che hai inanellato perfettamente una dietro l'altra
meriteresti un cofano di insulti, ma in questo thread non si puo', e' porto
franco, e poi tu non puoi difenderti: anche se non te li scrivo li ho
pensati pero', sappilo :-)
Post by doppio..massimo
Sapendo che non sono un musicista e non so leggere la musica, puoi anche
immaginare che mi manca proprio la terminologia, no ?
Ma no figurati. E' che mi piace la tua inventiva...

carletto
doppio..massimo
2015-12-03 23:29:20 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Scusa ma cantare piu' basso di un'ottava significa essere stonati ? Non
significa solo cantare un'ottava piu' in basso ? Chi fa il controcanto e'
stonato per definizione ?
Eeeeehhhh? Come fosse antani?
Per tutte le corbellerie che hai inanellato perfettamente una dietro
l'altra meriteresti un cofano di insulti, ma in questo thread non si
puo', e' porto franco, e poi tu non puoi difenderti: anche se non te li
scrivo li ho pensati pero', sappilo :-)
grazie e a buon rendere, stronzo (a buon rendere la prossima volta :-) )
Post by carletto
Post by doppio..massimo
Sapendo che non sono un musicista e non so leggere la musica, puoi
anche immaginare che mi manca proprio la terminologia, no ?
Ma no figurati. E' che mi piace la tua inventiva...
Se avessi usato il termine "trasposizione" avresti capito cosa stavo
dicendo ? O dovevo proprio dire "trasposizione di un'ottava" ?
doppio..massimo
2015-12-03 23:30:38 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Se avessi usato il termine "trasposizione" avresti capito cosa stavo
dicendo ? O dovevo proprio dire "trasposizione di un'ottava" ?
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Roberto Rosoni
2015-12-04 07:23:29 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Thu, 3 Dec 2015 23:30:38 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by doppio..massimo
Se avessi usato il termine "trasposizione" avresti capito cosa stavo
dicendo ? O dovevo proprio dire "trasposizione di un'ottava" ?
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Quante sono le note? In che posizione è quella dopo l'ultima che
riprende lo stesso nome della prima?
parti da un Do sui tasti bianchi (è quello che precede i due neri)
contalo come "uno", e guarda cosa succede andando avanti Re-2 Mi-3 dopo
che sei arrivato al Si.
--
Roberto Rosoni
doppio..massimo
2015-12-04 12:46:20 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Quante sono le note? In che posizione è quella dopo l'ultima che
riprende lo stesso nome della prima?
parti da un Do sui tasti bianchi (è quello che precede i due neri)
lo so qual'e' il DO.
Post by Roberto Rosoni
contalo come "uno", e guarda cosa succede andando avanti Re-2 Mi-3 dopo
che sei arrivato al Si.
Quindi l'ottava sarebbe l'ottava nota ? Pensavo fosse il blocco di sette
note (piu' i 5 mezzi toni).
lzy
2015-12-04 13:42:32 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Quante sono le note? In che posizione è quella dopo l'ultima che
riprende lo stesso nome della prima?
parti da un Do sui tasti bianchi (è quello che precede i due neri)
lo so qual'e' il DO.
Post by Roberto Rosoni
contalo come "uno", e guarda cosa succede andando avanti Re-2 Mi-3 dopo
che sei arrivato al Si.
Quindi l'ottava sarebbe l'ottava nota ? Pensavo fosse il blocco di sette
note (piu' i 5 mezzi toni).
L'ottava è l'intervallo relativo alla distanza fra due suoni uguali, di
cui però uno è più grave e l’altro più acuto, cioè prodotto da
vibrazioni di frequenza doppia o dimezzata.
Ogni suono, ogni nota ha una frequenza.
Ad esempio il La centrale vibra a 440hz.
Noi troveremo un suono uguale , una nota uguale ma di tonalità più alta
al raddoppio della frequenza cioè a 880hz.
Allo stesso modo troveremo un suono uguale ma più grave al dimezzamento
della frequenza , cioè a 220 hz.
In questo intervallo di frequenza si posizionano le 7 note.
L'ottava nota sarà quindi la stessa nota ( LA) ma ad una altezza diversa.
A volte una canzone prevede un salto di ottava per dare più enfasi al canto.
Tipico di questo escamotage è Vasco, almeno un terzo delle sue canzoni
prevedono il salto di ottava nel ritornello o nell'inciso.

candide
candide
2015-12-04 13:47:54 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Quante sono le note? In che posizione è quella dopo l'ultima che
riprende lo stesso nome della prima?
parti da un Do sui tasti bianchi (è quello che precede i due neri)
lo so qual'e' il DO.
Post by Roberto Rosoni
contalo come "uno", e guarda cosa succede andando avanti Re-2 Mi-3 dopo
che sei arrivato al Si.
Quindi l'ottava sarebbe l'ottava nota ? Pensavo fosse il blocco di sette
note (piu' i 5 mezzi toni).
L'ottava è l'intervallo relativo alla distanza fra due suoni uguali, di
cui però uno è più grave e l’altro più acuto, cioè prodotto da
vibrazioni di frequenza doppia o dimezzata.
Ogni suono, ogni nota ha una frequenza.
Ad esempio il La centrale vibra a 440hz.
Noi troveremo un suono uguale , una nota uguale ma di tonalità più alta
al raddoppio della frequenza cioè a 880hz.
Allo stesso modo troveremo un suono uguale ma più grave al dimezzamento
della frequenza , cioè a 220 hz.
In questo intervallo di frequenza si posizionano le 7 note.
L'ottava nota sarà quindi la stessa nota ( LA) ma ad una altezza diversa.
A volte una canzone prevede un salto di ottava per dare più enfasi al canto.
Tipico di questo escamotage è Vasco, almeno in un terzo delle sue
canzoni il Vasco utilizza questo escamotage per scatenare i suoi fans.

candide
Roberto Rosoni
2015-12-04 15:43:22 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
doppio..massimo, il Fri, 4 Dec 2015 12:46:20 +0000 (UTC), ha scritto in
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Rosoni
Post by doppio..massimo
ma poi perche' si chiama ottava, che i mezzi toni sono 12 ?
Quante sono le note? In che posizione è quella dopo l'ultima che
riprende lo stesso nome della prima?
parti da un Do sui tasti bianchi (è quello che precede i due neri)
lo so qual'e' il DO.
Post by Roberto Rosoni
contalo come "uno", e guarda cosa succede andando avanti Re-2 Mi-3 dopo
che sei arrivato al Si.
Quindi l'ottava sarebbe l'ottava nota ? Pensavo fosse il blocco di sette
note (piu' i 5 mezzi toni).
Sono sia la nota otto posizioni più avanti, contando anche l'attuale,
che l'intervallo di otto note.
Come ti hanno detto, ad ogni ottava corrisponde un raddoppio della
frequenza della fondamentale del suono, usando come riferimento ISO il
LA a 440 Hz. Le altre note sono in proporzioni geometriche (accontentati
della "scala temperata" del normale pianoforte perché se no c'è da
impazzire). Importantissimo l'intervallo di "5a giusta" (es. Do-Sol)
perché corrisponde a una frequenza di 3/2. Ecco perché ti ho detto che
se mi canti "una quinta sopra" non fai danni. Perché sei letteralmente
in un rapporto armonico con la tonalità del brano.
--
Roberto Rosoni
carletto
2015-12-01 13:16:36 UTC
Permalink
Post by candide
cerchiamo di capirci.
Battisti non è mai stato stonato, come invece lo sono stati in alcuni casi
Celentano, Paolo Conte e pure Battiato.
A volte si intende come stonatura quella che è solamente una "stecca".
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Cerchiamo di capirci (cit): una stonatura e' sempre una stonatura, sia una
stecca (per un raschio in gola), sia una nota cui non si arriva bene, sia
una nota sbagliata proprio.
Post by candide
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
Il caso di Battisti, che poi e' il caso piu' comune tra chi non ha una voce
impostata al canto (qualunque esso sia), e' che non aveva un minimo di
tecnica, a livello di diaframma e laringe. Questo si traduce nel fatto che
la voce sara' in genere leggermente calante, qualche volta crescente (e
questo significa essere stonati, non ci sono santi), imprecisa nei salti,
dal timbo esile e povero di armonici, senza vibrato, insomma, sgradevole.
Piu' o meno come uno che suona il violino da tre mesi: le note le prende
pure giuste, ma non sono mai godibili, per svariati motivi...
Post by candide
Una persona dall'orecchio assoluto, quini il più intonato possibile, può
steccare una nota se ha un abbassamento di voce.
Ma non e' affatto vero. L'orecchio (assoluto o relativo che sia) e' una
cosa, la voce calante o ineducata e' tutt'altra cosa. Del resto sono due
apparati completamente distinti (orecchio-cervello e apparato fonatorio). Se
non hai la tecnica per respirare e per rilassare e/o impostare in modo
giusto la laringe, non esiste orecchio che tenga: e' proprio un fatto di
allenamento e di coscienza muscolare. Per fare un paragone, se fai suonare
un violino ad un pianista con l'orecchio assoluto, lui sapra' perfettamente,
nella sua testa, l'altezza esatta delle note, ma non riuscira' mai a
produrle bene intonate con le sue mani, non essendo violinista e non
avendone studiato la tecnica. La voce e' *uno strumento*, come il violino,
senza riferimenti fissi di intonazione.
Post by candide
Una persona con la gola perfetta ma stonata non stecca ma è fuori tono
rispetto alla melodia .
Una persona che e' "fuori tono rispetto alla melodia" e' sicuramente una
persona che fa altro nella vita, e probabilmente non osa cantare manco sotto
la doccia, quindi esula dal nostro discorso.
Post by candide
Tornando a Battisti, quelli che dicono che fosse un cantante scarso, hanno
come parametro solo la pulizia della voce.
Ricordo a quei tempi , il critico musicale di riferimento era Renzo Nissim
che infatti tuonava alla RAI che Battisti era un cantante impresentabile
citando invece la pulizia della voce di Nunzio Gallo.
Ora, c'è mai qualcuno che abbia avuto una emozione con la voce di Nunzio
Gallo? Il fatto è che in musica, come in pittura e anche in scrittura, la
qualità tecnica dell'Artista è solo uno dei paramtri. Quello che conta è
l'empatia emozionale che tramette l'Artista non la pulizia del medium.
Questo e' tutt'altro discorso. Ed infatti Battisti ha avuto, giustamente,
successo lo stesso.
Come tantissimi altri che non sanno cantare, del resto.

carletto
candide
2015-12-01 13:25:41 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by candide
cerchiamo di capirci.
Battisti non è mai stato stonato, come invece lo sono stati in alcuni casi
Celentano, Paolo Conte e pure Battiato.
A volte si intende come stonatura quella che è solamente una "stecca".
Steccare significa mancare una nota con lo strumento voce , per varie
ragioni tecniche ma non musicali.
Cerchiamo di capirci (cit): una stonatura e' sempre una stonatura, sia una
stecca (per un raschio in gola), sia una nota cui non si arriva bene, sia
una nota sbagliata proprio.
una stecca è una stonatura per "quella " specifica nota, quel singolo
accadimento.
Lo stonato invece emette un continuum di più più note che ondeggiano
sula linea melodica
Post by carletto
Post by candide
Stonare significa essere fuori tono nei confronti della linea melodica.
Il caso di Battisti, che poi e' il caso piu' comune tra chi non ha una voce
impostata al canto (qualunque esso sia), e' che non aveva un minimo di
tecnica, a livello di diaframma e laringe. Questo si traduce nel fatto che
la voce sara' in genere leggermente calante, qualche volta crescente (e
questo significa essere stonati, non ci sono santi), imprecisa nei salti,
dal timbo esile e povero di armonici, senza vibrato, insomma, sgradevole.
Piu' o meno come uno che suona il violino da tre mesi: le note le prende
pure giuste, ma non sono mai godibili, per svariati motivi...
Battisti non aveva una voce impostata al canto come la maggioranza dei
cantanti pop.
Il fatto è che lui su quella voce investiva tutto la sua carica emotiva
che lo faceva essere un signor interprete di tutto rispetto, non stonato.
Fosse stato stonato non sarebbe stato in grado di cantare la seconda
voce sulla melodia principale come ha fatto in tante canzoni.
Post by carletto
Post by candide
Una persona dall'orecchio assoluto, quini il più intonato possibile, può
steccare una nota se ha un abbassamento di voce.
Ma non e' affatto vero. L'orecchio (assoluto o relativo che sia) e' una
cosa, la voce calante o ineducata e' tutt'altra cosa.
Infatti sto parlando di abbassamnto di voce non di voce ineducata
Anche Pavarotti e Bergonzi hanna avuto le loro stecche, perfino la
Callas. Puoi dire che sono cantanti che stonano? Che hanno un voce
ineducata?
O più semplicemente sono cantanti che in certi momenti hanno avuto dei
problemi fisici.
Post by carletto
Post by candide
Una persona con la gola perfetta ma stonata non stecca ma è fuori tono
rispetto alla melodia .
Una persona che e' "fuori tono rispetto alla melodia" e' sicuramente una
persona che fa altro nella vita, e probabilmente non osa cantare manco sotto
la doccia, quindi esula dal nostro discorso.
E infatti facevo l'esempio di Celentano, Conte e Battiato che in talune
esibizioni hanno *Stonato* non *steccato*

candide
carletto
2015-12-01 13:47:50 UTC
Permalink
Post by candide
Battisti non aveva una voce impostata al canto come la maggioranza dei
cantanti pop.
Il fatto è che lui su quella voce investiva tutto la sua carica emotiva
che lo faceva essere un signor interprete di tutto rispetto, non stonato.
Mah, dubito che se fosse stato un semplice cantante-interprete di altri se
lo sarebbe filato qualcuno, negli anni...
Cantava le sue canzoni, ed ha funzionato bene.
Post by candide
Fosse stato stonato non sarebbe stato in grado di cantare la seconda voce
sulla melodia principale come ha fatto in tante canzoni.
Chissa' quanto km di Ampex avranno consumato, per beccare un take
accettabile...
Post by candide
Infatti sto parlando di abbassamnto di voce non di voce ineducata
Anche Pavarotti e Bergonzi hanna avuto le loro stecche, perfino la Callas.
Puoi dire che sono cantanti che stonano? Che hanno un voce ineducata?
O più semplicemente sono cantanti che in certi momenti hanno avuto dei
problemi fisici.
No, non ci capiamo.
L'abbassamento di voce non c'entra nulla.
Pavarotti, Callas eccetera *sapevano* cantare, quindi non erano stonati.
Che abbiano preso delle occasionali stecche (o stonature), per varie
ragioni, e' umano e normale.
Battisti *non sapeva* cantare, il che significa che era costantemente
*leggermente* stonato, ovvero calante o crescente, come chiunque non abbia
tecnica di canto, o non sia uno dei rari casi di talento naturale.
PS "calante" e' un termine tecnico per indicare una imprecisione
nell'intonazione, non significa certo che la voce si abbassa perche' non
stai bene...

carletto
rg
2015-12-01 17:21:11 UTC
Permalink
Post by candide
E infatti facevo l'esempio di Celentano,
"Azzurro" di Celentano è completamente stonata, dal primo all'ultimo
verso. Ma è stata la fortuna di quel pezzo :)
rg
2015-12-01 17:54:35 UTC
Permalink
Post by candide
http://youtu.be/8dKT-0KMcqg
Mi prendi nel nervo :) Sono 30 anni che ascolto quel brano da Presley a
S&G passando per Bonnie Tyler e lo stesso Battiato :)
candide
2015-12-01 18:52:43 UTC
Permalink
Post by rg
Post by candide
http://youtu.be/8dKT-0KMcqg
Mi prendi nel nervo :) Sono 30 anni che ascolto quel brano da Presley a
S&G passando per Bonnie Tyler e lo stesso Battiato :)
allora, questa interpretazione di Johnny Cash è di gran lunga , IMHO ,
la più emozionante tra tutte quelle esguite nel tempo.
Tieni conto che era agli sgoccioli della sua vita tormentata quando
registrò i 6 cd delle serie America che ogni amante della musica
dovrebbe avere.
Quanto a Battiato... stendiamo un velo pietoso.
Tutta la serie Fleur è caratterizzata dalla sua voce opaca, dal suo
incedere musicale impacciato e dalla sua pronuncia inglese meno che
scolastica.
Se vuoi avere un termine di paragone tra Battiato e un vero cantante
ascolta l'interpretazione di "As tears godbye" che viene eseguita da
Battiato e , a seguire, quel mostro musicale di Anthony Hegarty,
all'Arena di Verona.
Tieni conto che ANthony riesce a cantare tutti i primi otto versi della
canzone al di fuori dalla linea melodica , non c'è una nota giusta
secondo i puristi .


E' invece una grande dimostrazione di padronanza sia del tono che del
ritmo. Una performance incredibile dove Battiato ne esce distrutto ( ma
lui non se ne rende conto)


Ma per cogliere l'arte luminosa di Antony ascolta dallo stesso concerto
Post by rg

o la sua versione di A perfect day di Lou Reed
Post by rg

candide
Roberto Rosoni
2015-12-01 19:13:27 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
candide, il Tue, 1 Dec 2015 19:52:43 +0100, ha scritto in it.media.tv a
Post by candide
o la sua versione di A perfect day di Lou Reed
Post by rg
http://youtu.be/OZDvU204M4U
Non conoscevo questo grande performer della flebo-music...
--
Roberto Rosoni
doppio..massimo
2015-12-01 22:00:24 UTC
Permalink
Post by candide
E per finire dico qualcosa su Johnny Cash, grande voce baritonale di
velluto, interprete del country e folk americano più conosciuto.
Negli ultimi anni di vita Johnny Cash ebbe un cancro alla mandibola che
praticamente gli mise fuori uso la voce e la faccia.
Eppure, in quelle condizioni offrì due interpretazioni indimenticabili
di due hit, interpretazione che personalmente mi fecero e mi fanno
venire le lacrime agli ochhi ogni volta che le ascolto.
Voce roca, biascicata, senza energia, ma con un pathos indescrivibile
http://youtu.be/8dKT-0KMcqg di Simon e Garfunkel
questa e' splendida (decisamente meglio dell'originale), ma non mi pare
che possa definirsi fuori tono, ne tantomeno con stecche.
candide
2015-12-01 22:40:40 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by candide
E per finire dico qualcosa su Johnny Cash, grande voce baritonale di
velluto, interprete del country e folk americano più conosciuto.
Negli ultimi anni di vita Johnny Cash ebbe un cancro alla mandibola che
praticamente gli mise fuori uso la voce e la faccia.
Eppure, in quelle condizioni offrì due interpretazioni indimenticabili
di due hit, interpretazione che personalmente mi fecero e mi fanno
venire le lacrime agli ochhi ogni volta che le ascolto.
Voce roca, biascicata, senza energia, ma con un pathos indescrivibile
http://youtu.be/8dKT-0KMcqg di Simon e Garfunkel
questa e' splendida (decisamente meglio dell'originale), ma non mi pare
che possa definirsi fuori tono, ne tantomeno con stecche.
no, il discorso si era spostato sulla purezza della voce e sulle
critiche di Renzo Nissim.
Era per fare sentire come una voce, biascicata, roca e senza più energia
, sappia comunque emozionare e commuovere.

candide
carletto
2015-12-02 00:14:49 UTC
Permalink
Era per fare sentire come una voce, biascicata, roca e senza più energia ,
sappia comunque emozionare e commuovere.
In questo penso che geni assoluti come Chet Baker, o Nick Drake abbiano
pochi rivali.
La loro voce, spenta, traballante, distrutta, in un un corpo e un'anima
distrutti, comunicavano una poesia immensa.
In un ambito a noi piu' vicino menzionerei anche voci come la Ferri, Piero
Ciampi, o anche la Patty Pravo.
Poi, piu' o meno tutto il punk e derivati meriterebbero un capitolo a parte,
(a volte direttamente la fucilazione ma so' gusti)...

carletto
doppio..massimo
2015-12-02 19:16:59 UTC
Permalink
Post by carletto
Poi, piu' o meno tutto il punk e derivati meriterebbero un capitolo a parte,
(a volte direttamente la fucilazione ma so' gusti)...
ci sono due tipi di punk, quello di qualita' (3 o 4 gruppi al massimo) e
quello da fucilazione
doppio..massimo
2015-12-02 19:15:28 UTC
Permalink
Post by candide
Post by doppio..massimo
questa e' splendida (decisamente meglio dell'originale), ma non mi pare
che possa definirsi fuori tono, ne tantomeno con stecche.
no, il discorso si era spostato sulla purezza della voce e sulle
critiche di Renzo Nissim.
Era per fare sentire come una voce, biascicata, roca e senza più energia
, sappia comunque emozionare e commuovere.
ok, concordo
Loreto
2015-11-27 18:06:34 UTC
Permalink
Post by carletto
Post by Alessandro Cara
Alla fin fine a fatto solo 2 cose
1) La voce del Padrone
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare,
Quoto, ma ho l'impressione che ne sia sempre stato consapevole.
--
olé
doppio..massimo
2015-11-27 19:16:42 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by carletto
Alla fin fine a fatto solo 2 cose 1) La voce del Padrone
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare,
Quoto, ma ho l'impressione che ne sia sempre stato consapevole.
ad ogni modo concordo con Alessandro Cara: La Voce del Padrone e tanta
altra roba inascoltabile
Loreto
2015-11-27 21:06:39 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Loreto
Post by carletto
Alla fin fine a fatto solo 2 cose 1) La voce del Padrone
Ha sempre avuto una voce del cazzo, e non ha mai saputo cantare,
Quoto, ma ho l'impressione che ne sia sempre stato consapevole.
ad ogni modo concordo con Alessandro Cara: La Voce del Padrone e tanta
altra roba inascoltabile
Patriots, L'era del cinghiale bianco, e molto altro.
--
olé
GiuseppeDini
2015-11-28 09:57:23 UTC
Permalink
Post by Loreto
Post by doppio..massimo
ad ogni modo concordo con Alessandro Cara: La Voce del Padrone e tanta
altra roba inascoltabile
Patriots, L'era del cinghiale bianco, e molto altro.
Ma le sue canzoni hanno un significato recondito o non significano una
cippa nemmeno a volerle far significare?
--
Giuseppe
Loreto
2015-11-28 10:40:01 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Loreto
Post by doppio..massimo
ad ogni modo concordo con Alessandro Cara: La Voce del Padrone e tanta
altra roba inascoltabile
Patriots, L'era del cinghiale bianco, e molto altro.
Ma le sue canzoni hanno un significato recondito o non significano una
cippa nemmeno a volerle far significare?
All'epoca usava un metodo (?) di cui non ricordo il nome (ammesso che lo
abbia) di composizione dei testi per sorta di associazione di idee, quindi
la seconda che hai detto. Poi i testi li glieli ha scritti Sgalambro e sono
diventati incomprensibili.
--
olé
Alberto_netbook
2015-11-27 10:07:08 UTC
Permalink
Post by Alessandro Cara
Due palle con la pubblicita' della sua opera omnia!
Alla fin fine a fatto solo 2 cose
1) La voce del Padrone
2) Dare delle /troie/ a coloro che siedono in parlamento
lascia stare, qualche cosina decente l'ha fatta. Il suo problema e' che
e' un filino avanti rispetto ai molti (me e te compresi, senza nessuna
offesa)
A
Continua a leggere su narkive:
Loading...