Discussione:
Allevi, mai sentito, e il trionfo degli SNOB.
(troppo vecchio per rispondere)
Auriga2
2008-12-29 10:07:38 UTC
Permalink
Questo è un post per chi si lascia intimidire *dal catalogo dei nomi e
delle parole tecniche* che gli snobboni esibiscono per giustificare i
loro giudizi.
Il valore di un'opera d'arte è *direttamente proporzionale alla quantità
di parole impiegate per giustificarne il valore*
L'evidenza non ha parole. E'.

Premesso che non ho mai sentito Allevi, fino a ieri , spinto dalla
curiosità, mi preme sottolineare che aldilà di tutte le chiacchiere che
si possono fare , l'unico giudice attendibile in materia d'arte e nella
fattispecie nella musica è , mi si passi il termine,*l'orecchio
temporale* e non lo snobismo da quattro soldi di certi critici che
sperano di distinguersi perchè ascoltano difficile.
Si distinguono sì: come FALSI a prescindere.
Chi lo accusa di semplicità o di facile ascolto è un leggendario è * in
malafede* : se fosse per questo allora anche i massimi musicisti
dovrebbero essere bollati come commerciali, visto che le loro opere sono
accessibili a chiunque. Mozart, Verdi, Rossini, Beethoven, Vivaldi, ecc
tutti ASCOLTABILI da chiunque, a parte qualche lavoro , tipo gli ultimi
quartetti per Beethoven che ovviamente *gli snobboni,per mascherare la
loro incapacità di vivere l'opera d'arte* citano come capolavoro
assoluto dell'artista, per potersi distinguere.
Chi sente veramente l'opera d'arte *non potrebbe mai disprezzare i suoi
simili ma solo sperare di coinvolgerli*
Tanto meno conta la perizia tecnica di qualche *mero esecutore* da
quattro soldi, nel giudicare un'opera d'arte.
Una cosa è il talento esecutivo,e cosa completamente diversa è il
*talento compositivo*. Non c'è proprio paragone.L'esecutore senza
compositore si attacca al tram. Il compositore un esecutore lo trova
sempre.La composizione *non si rivolge agli esecutori*, che sono solo UN
MEZZO.Un mezzo come mezzo sono i critici.
IL FINE E' L'UOMO , TUTTI GLI UOMINI. GLi ASCOLTATORI.

Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre nuove persone
allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a tutti gli snobismi.

Se invece dura una sola estate allora siamo di fronte all'effimero.

Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.

Quindi prima di giudicare 'sto Allevi, e prima di dare credito ai
professionisti dell'invidia, occorre sempre lasciare fare al tempo.
Auriga2
2008-12-29 10:09:58 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Chi lo accusa di semplicità o di facile ascolto è un leggendario è * in
malafede*
Sto invecchiando
avevo scritto leggendario cretino, poi mi è sembrato troppo forte...
Lilith
2008-12-29 10:21:47 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Lol. Ma almeno informarsi un po', prima di parlare di qualcosa di cui
non si capisce nulla?
Vico
2008-12-29 10:34:47 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Lol. Ma almeno informarsi un po', prima di parlare di qualcosa di cui non
si capisce nulla?
Secondo me è un leggendario è * in malafede*, basti citare: "Premesso che
non ho mai sentito Allevi, fino a ieri" :-)


Vico
Auriga2
2008-12-29 12:37:17 UTC
Permalink
Post by Vico
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Lol. Ma almeno informarsi un po', prima di parlare di qualcosa di cui non
si capisce nulla?
Secondo me è un leggendario è * in malafede*, basti citare: "Premesso che
non ho mai sentito Allevi, fino a ieri" :-)
Vico
Fino a ieri , spinto dalla curiosità.
E' la necessaria conseguenza di tanto ROSICUME.
Infatti io non mi sono chiesto : chissà se 'sto Allevi vale davvero tanto.
Io mi sono chiesto: ma perché tanta gente che non conta un cazzo se la
mena così tanto per il successo di una persona innocua?
Auriga2
2008-12-29 12:34:32 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Lol. Ma almeno informarsi un po', prima di parlare di qualcosa di cui
non si capisce nulla?
Ma falla finita e torna a scuola, snobbona di quarta categoria.
Non ti piace diotallevi? E non ascoltarlo. Fai numero.
Alla fine si vedrà se resteranno i quattro soloni che ascoltano uto ughi
o i numerosi che ascoltano l'altro.
Puoi giusto impressionare chi non ha mai studiato estetica. Chi lo ha
fatto ti ride in faccia: a te, a uguti e a tutti i disprezzatori del
semplice.Che poi è la prerogativa dei più grandi.
Questo non toglie che il talallevi sia scarso.Ma se è scarso non lo è di
certo per le stupidaggini da parvenu che hai scritto.
A te non dice niente la sua musica? E tu DA QUESTO concludi non che tu
sia INSENSIBILE, no, ma che siano coglioni tutti quelli a cui dice qualcosa.

MA VA A CAGARE E TORNA A ZAPPARE, PERCHE' QUELLA E' LA TUA ORIGINE E LA
TUA DIMENSIONE.

Sei il classico esempio di chi , NON AVENDO UNO STRACCIO DI QUALITA' DA
ESIBIRE , cerca di distinguersi ABBASSANDO GLI ALTRI.
popinga
2008-12-29 23:53:36 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by Lilith
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Lol. Ma almeno informarsi un po', prima di parlare di qualcosa di cui
non si capisce nulla?
Ma falla finita e torna a scuola, snobbona di quarta categoria.
Rof, sei uno spasso.




--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Flaminia
2008-12-29 13:17:01 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Premesso che non ho molta simpatia per i critici in genere, quello che
affermi è inesatto: il valore di Allevi non lo stabilice il sentire di tutte
le persone, bensì il sentire di chi la musica la conosce più che bene. E
sappiamo che /tutte le persone/ non è detto che ci capiscano abastanza di
musica tanto da poter stabilire chi vale o chi meno.
Post by Auriga2
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre
nuove persone allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a
tutti gli snobismi.
Mahhhh questa poi... se fosse come dici tu, i dischi di Laura Pausini
sarebbero le più grandi opere d'arte che l'Italia abbia mai sfornato.

Fla.
Roberto Rosoni
2008-12-29 14:22:48 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
Flaminia, il Mon, 29 Dec 2008 14:17:01 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by Flaminia
Premesso che non ho molta simpatia per i critici in genere, quello che
affermi è inesatto: il valore di Allevi non lo stabilice il sentire di tutte
le persone, bensì il sentire di chi la musica la conosce più che bene. E
sappiamo che /tutte le persone/ non è detto che ci capiscano abastanza di
musica tanto da poter stabilire chi vale o chi meno.
Io esaminerei separatamente due aspetti dell'opera d'arte.

Uno è quello tecnico. In questo il musicologo ha tutto il diritto di
dire (cazzata a caso) "...il sapiente uso delle quinte giuste in
contrappunto con le settime maggiori eccedenti..." oppure "...si tratta
di un'armonizzazione banale da compitino del 4° anno di
Conservatorio...".
Insomma, un'analisi dei tecnicismi musicali adottati.

Poi c'è quello estetico vero e proprio. E allora si parla di cosa una
musica evochi nella mente dell'ascoltatore, quali pensieri, quali
ricordi, quali *s*e*n*s*a*z*i*o*n*i*.
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.

Quindi Auriga non ha affatto torto ad affidare al Sig. Tempo il
verdetto. La Musica vive in eterno, mentre se sono solo canzonette, una
stagione.

Avevo già fatto prima di Auriga (copione! ;-) ) la stessa sua
osservazione (ok, meno erudita, la mia) e ho fatto osservare una cosa su
cui nessuno a chiosato:
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"

E allora? Come la mettiamo?
--
Roberto Rosoni
SydneyBlue120d
2008-12-29 14:31:15 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
E allora? Come la mettiamo?
Malmsteen è tecnicamente eccellente ma altrettanto orrido da ascoltare (di
solito).

Satriani è inferiore come tecnica ma ha una classe ed un gusto a cui il
panzone nordico non si avvicina neanche lontanamente.

Poi è ovvio che più la musica è orecchiabile, semplice, più riscuote
tendenzialmente successo perché facile da ricordare.

Quindi IMVHO non c'è un unico criterio valido per tutti: Ancora ricordiamo
Hendrix e BB King che sono 2 esempi di musicisti "tecnicamente" poco validi.
--
Xbox 360 Live Tag: SydneyBlue120d
http://p0rn.it/wiki/Pagina_principale
http://www.bmwserie1virtualclub.it/
BMW E87 120d Attiva driver
Lorelei
2008-12-29 14:35:19 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
rispondo così per dire, perché non m'intendo.
magari quei grandissimi erano stati fischiati perché la loro opera
rappresentava una rottura rispetto alla tradizione e quindi non erano stati
capiti?
da quel che leggo invece, allevi sembra una rottura a prescindere ;-)
Roberto Rosoni
2008-12-29 15:31:26 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
Lorelei, il Mon, 29 Dec 2008 15:35:19 +0100, ha scritto in it.media.tv a
Post by Lorelei
Post by Roberto Rosoni
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
rispondo così per dire, perché non m'intendo.
magari quei grandissimi erano stati fischiati perché la loro opera
rappresentava una rottura rispetto alla tradizione e quindi non erano stati
capiti?
Esattamente. Musica orrida alle orecchie, raffinate (qualunque cosa
significhi) o meno che fossero. E orecchiabilissime oggi.
Di converso musica popolarissima ai tempi è stata obliata del tutto o
quasi.
Discorso tra l'altro che potremmo portare in qualunque espressione
artistica. Basti pensare agl'Impressionisti.

Quindi lasciamo a fare al più grande ed onesto musicologo e critico
d'arte di tutti i tempi: il Sig. Tempo.
Post by Lorelei
da quel che leggo invece, allevi sembra una rottura a prescindere ;-)
Ecco.
Del "da quel che leggo", me ne frego (niente di personale, eh!).
Se invece mi dici "da quel che ascolto", taccio, con rispetto, e prendo
atto.
Chi sono io per dire cosa succede *tra* le tue orecchie quando quella
musica giunge *alle* tue orecchie?
--
Roberto Rosoni
Lorelei
2008-12-29 15:39:26 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by Lorelei
da quel che leggo invece, allevi sembra una rottura a prescindere ;-)
Ecco.
Del "da quel che leggo", me ne frego (niente di personale, eh!).
seee
Post by Roberto Rosoni
Se invece mi dici "da quel che ascolto", taccio, con rispetto, e prendo
atto.
Chi sono io per dire cosa succede *tra* le tue orecchie quando quella
musica giunge *alle* tue orecchie?
è che non ho molta voglia di cercare. era solo una risposta oziosa, come ho
detto.
però se mi capita ascolto e riferisco, promesso.
Auriga2
2008-12-29 16:01:09 UTC
Permalink
Post by Lorelei
Post by Roberto Rosoni
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
rispondo così per dire, perché non m'intendo.
magari quei grandissimi erano stati fischiati perché la loro opera
rappresentava una rottura rispetto alla tradizione e quindi non erano stati
capiti?
da quel che leggo invece, allevi sembra una rottura a prescindere ;-)
Erano "fischiati"perché troppo popolari.

Caravaggio,Dante nel 500, Rossini, Battisti negli anni 70, ecc ecc

Ciao
Roberto Rosoni
2008-12-29 16:05:18 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
Auriga2, il Mon, 29 Dec 2008 16:01:09 GMT, ha scritto in it.media.tv a
Post by Auriga2
Erano "fischiati"perché troppo popolari.
Caravaggio,Dante nel 500, Rossini, Battisti negli anni 70, ecc ecc
No, 'spetta.
Distinguiamo il fischio di pubblico dalla stroncatura critica.
Generalmente il primo è per ragioni d'eccesso di avanguardia, il secondo
per eccesso di popolarità.

Ma ai nostri amici qui la "Merda d'Artista" non ha insegnato proprio
niente?!?
--
Roberto Rosoni
Lilith
2008-12-29 15:28:04 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Uno è quello tecnico. In questo il musicologo ha tutto il diritto di
dire (cazzata a caso) "...il sapiente uso delle quinte giuste in
contrappunto con le settime maggiori eccedenti..." oppure "...si tratta
di un'armonizzazione banale da compitino del 4° anno di
Conservatorio...".
Insomma, un'analisi dei tecnicismi musicali adottati.
Ma secondo te un "musicologo" (sic) si basa davvero su "un'analisi dei
tecnicismi musicali adottati" per giudicare una composizione?
Post by Roberto Rosoni
Poi c'è quello estetico vero e proprio. E allora si parla di cosa una
musica evochi nella mente dell'ascoltatore, quali pensieri, quali
ricordi, quali *s*e*n*s*a*z*i*o*n*i*.
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.
La conosci la storia dei miliardi di mosche, vero?
Post by Roberto Rosoni
Avevo già fatto prima di Auriga (copione! ;-) ) la stessa sua
osservazione (ok, meno erudita, la mia) e ho fatto osservare una cosa su
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
Io non ho commentato perché speravo per te che una simile boiata
passasse inosservata. Perché se dovessimo approfondire quello che hai
scritto, allora dovrei cominciare a chiederti di fare i nomi di questa
"maggioranza dei *grandissimi* compositori" che "raccolse alle prime
anche fischi e verdura", quali sono le loro opere fischiate, e per quali
motivi. Perché se dobbiamo parlare di musica seriamente è un conto, ma
se dobbiamo fare della becera aneddotica da osteria, allora dillo
chiaramente, perché non mi interessa.
Roberto Rosoni
2008-12-29 15:56:06 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, Lilith,
il Mon, 29 Dec 2008 16:28:04 +0100, ha scritto in it.media.tv a
Post by Lilith
Ma secondo te un "musicologo" (sic)
Sic: http://it.wikipedia.org/wiki/Musicologia#Musicologi
Post by Lilith
si basa davvero su "un'analisi dei
tecnicismi musicali adottati" per giudicare una composizione?
Su cos'altro potrebbe?
Post by Lilith
Post by Roberto Rosoni
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.
La conosci la storia dei miliardi di mosche, vero?
Sì, certo.
So che i miliardi di mosche ogni giorno apprezzano una merda fresca
appena deposta.
Le merde che durano decenni, o secoli, sono di cioccolato svizzero.
Post by Lilith
Post by Roberto Rosoni
Avevo già fatto prima di Auriga (copione! ;-) ) la stessa sua
osservazione (ok, meno erudita, la mia) e ho fatto osservare una cosa su
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
Io non ho commentato perché speravo per te che una simile boiata
passasse inosservata. Perché se dovessimo approfondire quello che hai
scritto, allora dovrei cominciare a chiederti di fare i nomi di questa
"maggioranza dei *grandissimi* compositori" che "raccolse alle prime
anche fischi e verdura", quali sono le loro opere fischiate, e per quali
motivi.
Butterfly. Norma, Fidelio, Flauto Magico.
Post by Lilith
Perché se dobbiamo parlare di musica seriamente
...penso dovrò rivolgermi altrove.
--
Roberto Rosoni
Lilith
2008-12-29 16:29:56 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by Lilith
Ma secondo te un "musicologo" (sic)
Sic: http://it.wikipedia.org/wiki/Musicologia#Musicologi
Eh, appunto. Ma l'hai letta, quella pagina, almeno?
Post by Roberto Rosoni
Post by Lilith
si basa davvero su "un'analisi dei
tecnicismi musicali adottati" per giudicare una composizione?
Su cos'altro potrebbe?
Su mille altri fattori, che non si riducono certo a una banale "analisi
dei tecnicismi musicali adottati". Quella sa farla pure una scimmia, se
sufficientemente addestrata.
Post by Roberto Rosoni
Post by Lilith
Io non ho commentato perché speravo per te che una simile boiata
passasse inosservata. Perché se dovessimo approfondire quello che hai
scritto, allora dovrei cominciare a chiederti di fare i nomi di questa
"maggioranza dei *grandissimi* compositori" che "raccolse alle prime
anche fischi e verdura", quali sono le loro opere fischiate, e per quali
motivi.
Butterfly. Norma, Fidelio, Flauto Magico.
Il Flauto magico fu un successo sin dalla prima rappresentazione (tra il
1791 e il 1799 Schikaneder, l'autore del libretto nonché impresario
teatrale che l'aveva commissionata, la fece rappresentare 214 volte),
quindi facciamo che eliminarla subito dall'elenco.
La prima di Norma si tenne a Parigi nell'aprile 1831 «con successo
strepitoso», come lo stesso Bellini scriverà all'amico Alessandro
Lamperi. Anche questa, dunque, la cassiamo dall'elenco.
La prima della Butterfly fu effettivamente un fiasco, tant'è che Puccini
dovette riscriverne delle parti. Ma la versione revisionata fu un trionfo.
Per Fidelio vale lo stesso discorso di Butterfly: le prime tre
rappresentazioni furono effettivamente un fiasco ma, dopo che Beethoven
l'ebbe sottoposta a una drastica revisione, la seconda versione ottenne
un successo strapitoso. Evidentemente il giudizio della critica non
aveva sbagliato poi così tanto nel rilevare le pecche insite nelle prime
versioni di queste due opere...

Dunque, riassumendo: la "maggioranza dei *grandissimi* compositori" che
"raccolse alle prime anche fischi e verdura" si riduce a un elenco di
quattro composizioni, due delle quali citate pure a sproposito?
Refoscodalpeduncolorosso
2008-12-29 18:01:43 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
So che i miliardi di mosche ogni giorno apprezzano una merda fresca
appena deposta.
Non possono sbagliare.
Auriga2
2008-12-29 18:50:12 UTC
Permalink
Post by Refoscodalpeduncolorosso
Post by Roberto Rosoni
So che i miliardi di mosche ogni giorno apprezzano una merda fresca
appena deposta.
Non possono sbagliare.
Se ne deduce che tu per la massa sei un cesso disumano e ti schifano tutti.
O sei merda e ti baciano tutti, o sei cesso e ti schifano tutti.
Scegli.
Auriga2
2008-12-29 16:30:25 UTC
Permalink
Post by Lilith
Io non ho commentato perché speravo per te che una simile boiata
passasse inosservata. Perché se dovessimo approfondire quello che hai
scritto, allora dovrei cominciare a chiederti di fare i nomi di questa
"maggioranza dei *grandissimi* compositori" che "raccolse alle prime
anche fischi e verdura", quali sono le loro opere fischiate, e per quali
motivi. Perché se dobbiamo parlare di musica seriamente è un conto, ma
se dobbiamo fare della becera aneddotica da osteria, allora dillo
chiaramente, perché non mi interessa.
Facciamo l'elenco alla peracottara degli artisti disprezzati dalla
critica e apprezzati dal popolo?


Facciamo di meglio , spieghiamole la dinamica dei giudizi critici tra
rivoluzione e tradizione, almeno porta qualcosa all'esame di terza
media, la snobbona da quattro soldi.

La critica STRONCA sempre il musicista e l'artista che propone qualcosa
di DIVERSO,dalla TRADIZIONE CORRENTE ACCETTATA E PROMOSSA DAI CRITICI.
Che difendendo quella tradizione difendono la PROPRIA IDENTITA'.
SVEGLIA.
I critici si accorgono delle NOVITA' sempre E SOLTANTO DOPO che se ne
accorge l'uomo della strada.
Se c'è una razza di CONSERVATORI sono proprio i critici e gli esempi in
arte sono talmente numerosi che solo una SNOBBONA DI QUARTA CATEGORIA
non li conosce.
Pure Beethoven,sebbene stimato da altri musicisti, fu aspramente
criticato dai parrucconi che erano stati UN TEMPO predisposti al nuovo,
mentre la gente comune lo portava in trionfo. Informati, peracottara.
Ora, se Allevi sia il nuovo io non lo so, primo perché ho sentito un
solo brano suo, secondo perché non ho la palla di vetro, ma di sicuro
molti segni stanno a testimoniare che in tutte le arti sta ritornando un
certo tipo di intendere la tradizione.

Per i meno snob. Vorrei ricordare che la quasi totalità della musica che
ha proposto una sintesi tra popular e classica E' D'ORIGINE POPULAR.
Sono stati artisti pop , rock e jazz a cercare di fondere i due generi.
A quanto leggo Allevi proviene invece da ambienti classici.

Comportamento che IRRITA GLI SNOBBONI, di entrambi gli schieramenti.
Talebani di tutto il mondo...Andate a cagare.
Lilith
2008-12-29 16:36:01 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Pure Beethoven,sebbene stimato da altri musicisti, fu aspramente
criticato dai parrucconi che erano stati UN TEMPO predisposti al nuovo,
Bella favoletta. Peccato che non sia vera.
:)
Auriga2
2008-12-29 18:40:37 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by Auriga2
Pure Beethoven,sebbene stimato da altri musicisti, fu aspramente
criticato dai parrucconi che erano stati UN TEMPO predisposti al nuovo,
Bella favoletta. Peccato che non sia vera.
:)
Sei fortunata che non ho sottomano alcuni testi. Comunque fu criticato
eccome.
Pronto Soccorso
2008-12-29 18:59:15 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by Lilith
Post by Auriga2
Pure Beethoven,sebbene stimato da altri musicisti, fu aspramente
criticato dai parrucconi che erano stati UN TEMPO predisposti al nuovo,
Bella favoletta. Peccato che non sia vera.
:)
Sei fortunata che non ho sottomano alcuni testi. Comunque fu criticato
eccome.
Forse per il caratteraccio?
Lilith
2008-12-29 19:14:36 UTC
Permalink
Post by Pronto Soccorso
Post by Auriga2
Post by Lilith
Post by Auriga2
Pure Beethoven,sebbene stimato da altri musicisti, fu aspramente
criticato dai parrucconi che erano stati UN TEMPO predisposti al nuovo,
Bella favoletta. Peccato che non sia vera.
:)
Sei fortunata che non ho sottomano alcuni testi. Comunque fu criticato
eccome.
Forse per il caratteraccio?
O perché trascurava un po' l'igiene personale?
Auriga2
2008-12-29 15:57:02 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
Flaminia, il Mon, 29 Dec 2008 14:17:01 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by Flaminia
Premesso che non ho molta simpatia per i critici in genere, quello che
affermi è inesatto: il valore di Allevi non lo stabilice il sentire di tutte
le persone, bensì il sentire di chi la musica la conosce più che bene. E
sappiamo che /tutte le persone/ non è detto che ci capiscano abastanza di
musica tanto da poter stabilire chi vale o chi meno.
Io esaminerei separatamente due aspetti dell'opera d'arte.
Uno è quello tecnico. In questo il musicologo ha tutto il diritto di
dire (cazzata a caso) "...il sapiente uso delle quinte giuste in
contrappunto con le settime maggiori eccedenti..." oppure "...si tratta
di un'armonizzazione banale da compitino del 4° anno di
Conservatorio...".
Insomma, un'analisi dei tecnicismi musicali adottati.
Poi c'è quello estetico vero e proprio. E allora si parla di cosa una
musica evochi nella mente dell'ascoltatore, quali pensieri, quali
ricordi, quali *s*e*n*s*a*z*i*o*n*i*.
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.
Quindi Auriga non ha affatto torto ad affidare al Sig. Tempo il
verdetto. La Musica vive in eterno, mentre se sono solo canzonette, una
stagione.
Avevo già fatto prima di Auriga (copione! ;-) ) la stessa sua
osservazione (ok, meno erudita, la mia) e ho fatto osservare una cosa su
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
E allora? Come la mettiamo?
Che hai ragione su tutta la linea.

Ciao
Flaminia
2008-12-29 16:57:04 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Insomma, un'analisi dei tecnicismi musicali adottati.
Ma non parlo di analisi dei tecnicismi, sarebbe riduttivo e poi non è detto
che il più tecnico sia anche il più valido, soprattutto nella composizione.
Una persona musicalmente competente tiene conto di un insieme di fattori,
non si limita certamente alla tecnica, e comunque una grande composizione
deve suscitare anche grandi emozioni.
Post by Roberto Rosoni
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.
Ma fino ad un certo punto, perché la bellezza di un'opera è soggettiva ma
anche oggettiva. Ed è proprio qui che una persona con un minimo di
competenza sa valutare senza farsi sopraffare dalle /proprie/ emozioni. Per
dire: A me "As Time Goes By" provoca un fastidio che più grande non si può,
devo spegnere la radio se mi capita di incrociarla. Però /obiettivamente/
capisco che è un grande brano.
Post by Roberto Rosoni
Quindi Auriga non ha affatto torto ad affidare al Sig. Tempo il
verdetto. La Musica vive in eterno, mentre se sono solo canzonette,
una stagione.
Il Tempo può fare molto ma non tutto. Esistono cagate fumanti che resistono
al tempo e perle preziose ormai quasi dimenticate. La popolarità a volte non
va di pari passo con la validità. E poi spesso esiste gente che vive decenni
sugli allori, mi viene in mente Lucio Dalla che ha smesso di scrivere cose
decenti nei primi anni '80 per dirne uno. Ma qui si va a finire su un altro
discorso.
Post by Roberto Rosoni
"Ai loro tempi, la maggioranza dei *grandissimi* compositori raccolse
alle prime anche fischi e verdura, per opere che considerate fiaschi,
oggi sono celebrate come assoluti capolavori"
Se non sbaglio succedeva solo nell'Opera e certe reazioni del suo pubblico,
spesso capriccioso non dimentichiamolo, erano originate da motivazioni o
prese di posizione più che altro "politiche".

Fla.
Auriga2
2008-12-29 18:47:46 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Post by Roberto Rosoni
Insomma, un'analisi dei tecnicismi musicali adottati.
Ma non parlo di analisi dei tecnicismi, sarebbe riduttivo e poi non è detto
che il più tecnico sia anche il più valido, soprattutto nella composizione.
Una persona musicalmente competente tiene conto di un insieme di fattori,
non si limita certamente alla tecnica, e comunque una grande composizione
deve suscitare anche grandi emozioni.
Post by Roberto Rosoni
E allora il sig. musicologo vale *esattamente* quanto me. E allora lui
parli per sé che di quello che provo io ci penso io.
Ma fino ad un certo punto, perché la bellezza di un'opera è soggettiva ma
anche oggettiva. Ed è proprio qui che una persona con un minimo di
competenza sa valutare senza farsi sopraffare dalle /proprie/ emozioni. Per
dire: A me "As Time Goes By" provoca un fastidio che più grande non si può,
devo spegnere la radio se mi capita di incrociarla. Però /obiettivamente/
capisco che è un grande brano.
La bellezza di un'opera d'arte è di competenza degli esteti non dei
musicologi o degli sculturologi.
Ed esteta può essere chiunque, non solo i filosofi professionisti.
Post by Flaminia
Post by Roberto Rosoni
Quindi Auriga non ha affatto torto ad affidare al Sig. Tempo il
verdetto. La Musica vive in eterno, mentre se sono solo canzonette,
una stagione.
Il Tempo può fare molto ma non tutto. Esistono cagate fumanti che resistono
al tempo e perle preziose ormai quasi dimenticate. La popolarità a volte non
va di pari passo con la validità. E poi spesso esiste gente che vive decenni
sugli allori, mi viene in mente Lucio Dalla che ha smesso di scrivere cose
decenti nei primi anni '80 per dirne uno. Ma qui si va a finire su un altro
discorso.
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!

Ciao
GiuseppeDini
2008-12-29 19:36:29 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile! :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-29 20:42:57 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile! :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.
UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'

Allarme aereo allarme aereo allarme aereo

E non dire che questa volta non sei stato avvisato in tempo, eh.

Ma leggi quello che scrivi!
GiuseppeDini
2008-12-29 21:37:09 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile!  :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.
UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'
Allarme aereo allarme aereo allarme aereo
E non dire che questa volta non sei stato avvisato in tempo, eh.
Ma leggi quello che scrivi!
Sì, sembra che non lo faccia tu.
Ti intendi di logica matematica.
Se no, evita di andare oltre.
Se (pensi di) sì rileggi attentamente.
Qua non entro nel merito della musica, voglio solo far notare
l'assurdità dell'affermazione.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-29 22:51:13 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile! :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.
UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'
Allarme aereo allarme aereo allarme aereo
E non dire che questa volta non sei stato avvisato in tempo, eh.
Ma leggi quello che scrivi!
Sì, sembra che non lo faccia tu.
Ti intendi di logica matematica.
Se no, evita di andare oltre.
Se (pensi di) sì rileggi attentamente.
Qua non entro nel merito della musica, voglio solo far notare
l'assurdità dell'affermazione.
Ma quale logica matematica , ma non essere ridicolo.

E' possibile che sia esistita un'opera d'arte che è stata dimenticata?
Sì, NO,
E' possibile che tu sia nato sotto un bombardamento?
Sì, no.

Come rispondi alla seconda domanda? Semplicemente cercando tracce
dell'avvenimento. Se tu non trovi nessuna traccia allora LA RISPOSTA
ESSENDO IMPOSSIBILE DIVENTA INUTILE LA DOMANDA.
Come chiedersi se esistano gli extraterrestri.
Che esistano è probabile, ma che siano fatti così o cosà è FANTASCIENZA.
Nel tuo caso è FANTASTORIA.

Rimane come pura possibilità, sia che tu, nato a Dresda nel febbraio del
45, sia nato sotto un bombardamento, cosa probabilissima, e che tu non
sia nato sotto un bombardamento, remota ipotesi.


Nel caso dell'arte anche un cretino qualsiasi ti può dimostrare che non
esistendo alcuna opera di Zeusi allora NON SI PUO AFFERMARE che sono
esistite OPERE D'ARTE che portavano la firma di Zeusi, ma si può solo
affermare che ESISTONO TRACCE , RESTI , di INTERPRETAZIONI di opere
attribuite a un certo Zeusi che affermano tali opere essere state d'arte.
Devi prima dimostrare che sia ESISTITO ZEUSI
Poi devi dimostrare che tale Zeusi FOSSE ARTISTA
terza cosa DEVI DIMOSTRARE CHE TALE OPERA FOSSE D'ARTe E NON
D'ARTIGIANATO O PEGGIO.

Comincia a dimostrare inequivocabilmente che sia esistito Zeusi.
Dico , prove inoppugnabili, eh, sempre che tu sappia cosa sia la
storiografia ...

E questo è l'esempio di Zeusi, DI CUI RESTA COMUNQUE MEMORIA.

Adesso ,dopo questa faticaccia che non ti porterà a nulla, perché siamo
proprio ai fondamentali della teoria della storia, quando ti insegnano
in via preliminare che lo storico PARTE SEMPRE dalla presunzione di
FALSITA' quando ha a che fare con resti ,dicevo , adesso DIMOSTRA CHE E'
ESISTITA UN'OPERA D'ARTE DI CUI SI E' PERSA MEMORIA.

Prenditela comoda, tanto hai tempo fino al 3001, visto che con questa
troiata hai vinto il primo premio per la cazzata del millennio.
GiuseppeDini
2008-12-30 08:57:19 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile!  :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.
UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'
Allarme aereo allarme aereo allarme aereo
E non dire che questa volta non sei stato avvisato in tempo, eh.
Ma leggi quello che scrivi!
Sì, sembra che non lo faccia tu.
Ti intendi di logica matematica.
Se no, evita di andare oltre.
Se (pensi di) sì rileggi attentamente.
Qua non entro nel merito della musica, voglio solo far notare
l'assurdità dell'affermazione.
Ma quale logica matematica , ma non essere ridicolo.
E' possibile che sia esistita un'opera d'arte che è stata dimenticata?
Sì, NO,
E' possibile che tu sia nato sotto un bombardamento?
Sì, no.
Come rispondi alla seconda domanda? Semplicemente cercando tracce
dell'avvenimento. Se tu non trovi nessuna traccia allora LA RISPOSTA
ESSENDO IMPOSSIBILE DIVENTA INUTILE  LA DOMANDA.
Come chiedersi se esistano gli extraterrestri.
Che esistano è probabile, ma che siano fatti così o cosà è FANTASCIENZA.
Nel tuo caso è FANTASTORIA.
Rimane come pura possibilità, sia che tu, nato a Dresda nel febbraio del
45, sia nato sotto un bombardamento, cosa probabilissima, e che tu non
sia nato sotto un bombardamento, remota ipotesi.
Nel caso dell'arte anche un cretino qualsiasi ti può dimostrare che non
esistendo alcuna opera di Zeusi allora NON SI PUO AFFERMARE che sono
esistite OPERE D'ARTE che portavano la firma di Zeusi, ma si può solo
affermare che ESISTONO TRACCE , RESTI , di INTERPRETAZIONI di opere
attribuite a un certo Zeusi che affermano tali opere essere state d'arte.
Devi prima dimostrare che sia ESISTITO ZEUSI
Poi devi dimostrare che tale Zeusi FOSSE ARTISTA
terza cosa DEVI DIMOSTRARE CHE TALE OPERA FOSSE D'ARTe E NON
D'ARTIGIANATO O PEGGIO.
Comincia a dimostrare inequivocabilmente che sia esistito Zeusi.
Dico , prove inoppugnabili, eh, sempre che tu sappia cosa sia la
storiografia ...
E questo è l'esempio di Zeusi, DI CUI RESTA COMUNQUE MEMORIA.
Adesso ,dopo questa faticaccia che non ti porterà a nulla, perché siamo
proprio ai fondamentali della teoria della storia, quando ti insegnano
in via preliminare che lo storico PARTE SEMPRE dalla presunzione di
FALSITA' quando ha a che fare con resti ,dicevo , adesso DIMOSTRA CHE E'
ESISTITA UN'OPERA D'ARTE DI CUI SI E' PERSA MEMORIA.
Prenditela comoda, tanto hai tempo fino al 3001, visto che con questa
troiata hai vinto il primo premio per la cazzata del millennio.
Io credo che continuare a discutere con te sia impossibile per una
serie di motivi:
1) non leggi quello che gli altri ti scrivono e quindi il tuo è un
monologo
2) scrivi tantissime righe che uno dovrebbe leggere. Sul NG io scrivo
ogni tanto per rilassarmi, se devo perdere tempo dietro a te
preferisco leggere un bel libro
3) i tuoi sono deliri senza ne capo ne coda in cui non è difficile
cogliere un senso, ma è impossibile perchè non esiste

Se tu avessi letto quello che io ho scritto prima avresti capito che
io ho detto esattamente quello che scrivi tu, tra un delirio e
l'altro: "la domanda non ha senso".
Ma siccome sei stato tu a porla, è quello che scrivi tu che non ha
senso.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-30 09:25:11 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla. Se
è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior giudice!
Che argomentazione risibile! :)
Può sempre darsi che ci sia stata qualche grande opera d'arte che è
stata dimenticata e che proprio per questo non può essere citata.
UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'
Allarme aereo allarme aereo allarme aereo
E non dire che questa volta non sei stato avvisato in tempo, eh.
Ma leggi quello che scrivi!
Sì, sembra che non lo faccia tu.
Ti intendi di logica matematica.
Se no, evita di andare oltre.
Se (pensi di) sì rileggi attentamente.
Qua non entro nel merito della musica, voglio solo far notare
l'assurdità dell'affermazione.
Ma quale logica matematica , ma non essere ridicolo.
E' possibile che sia esistita un'opera d'arte che è stata dimenticata?
Sì, NO,
E' possibile che tu sia nato sotto un bombardamento?
Sì, no.
Come rispondi alla seconda domanda? Semplicemente cercando tracce
dell'avvenimento. Se tu non trovi nessuna traccia allora LA RISPOSTA
ESSENDO IMPOSSIBILE DIVENTA INUTILE LA DOMANDA.
Come chiedersi se esistano gli extraterrestri.
Che esistano è probabile, ma che siano fatti così o cosà è FANTASCIENZA.
Nel tuo caso è FANTASTORIA.
Rimane come pura possibilità, sia che tu, nato a Dresda nel febbraio del
45, sia nato sotto un bombardamento, cosa probabilissima, e che tu non
sia nato sotto un bombardamento, remota ipotesi.
Nel caso dell'arte anche un cretino qualsiasi ti può dimostrare che non
esistendo alcuna opera di Zeusi allora NON SI PUO AFFERMARE che sono
esistite OPERE D'ARTE che portavano la firma di Zeusi, ma si può solo
affermare che ESISTONO TRACCE , RESTI , di INTERPRETAZIONI di opere
attribuite a un certo Zeusi che affermano tali opere essere state d'arte.
Devi prima dimostrare che sia ESISTITO ZEUSI
Poi devi dimostrare che tale Zeusi FOSSE ARTISTA
terza cosa DEVI DIMOSTRARE CHE TALE OPERA FOSSE D'ARTe E NON
D'ARTIGIANATO O PEGGIO.
Comincia a dimostrare inequivocabilmente che sia esistito Zeusi.
Dico , prove inoppugnabili, eh, sempre che tu sappia cosa sia la
storiografia ...
E questo è l'esempio di Zeusi, DI CUI RESTA COMUNQUE MEMORIA.
Adesso ,dopo questa faticaccia che non ti porterà a nulla, perché siamo
proprio ai fondamentali della teoria della storia, quando ti insegnano
in via preliminare che lo storico PARTE SEMPRE dalla presunzione di
FALSITA' quando ha a che fare con resti ,dicevo , adesso DIMOSTRA CHE E'
ESISTITA UN'OPERA D'ARTE DI CUI SI E' PERSA MEMORIA.
Prenditela comoda, tanto hai tempo fino al 3001, visto che con questa
troiata hai vinto il primo premio per la cazzata del millennio.
Io credo che continuare a discutere con te sia impossibile per una
1) non leggi quello che gli altri ti scrivono e quindi il tuo è un
monologo
2) scrivi tantissime righe che uno dovrebbe leggere. Sul NG io scrivo
ogni tanto per rilassarmi, se devo perdere tempo dietro a te
preferisco leggere un bel libro
3) i tuoi sono deliri senza ne capo ne coda in cui non è difficile
cogliere un senso, ma è impossibile perchè non esiste
Se tu avessi letto quello che io ho scritto prima avresti capito che
io ho detto esattamente quello che scrivi tu, tra un delirio e
l'altro: "la domanda non ha senso".
Ma siccome sei stato tu a porla, è quello che scrivi tu che non ha
senso.
Chiamate un'ambulanza.
GiuseppeDini
2008-12-30 09:58:31 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Io credo che continuare a discutere con te sia impossibile per una
1) non leggi quello che gli altri ti scrivono e quindi il tuo è un
monologo
2) scrivi tantissime righe che uno dovrebbe leggere. Sul NG io scrivo
ogni tanto per rilassarmi, se devo perdere tempo dietro a te
preferisco leggere un bel libro
3) i tuoi sono deliri senza ne capo ne coda in cui non è difficile
cogliere un senso, ma è impossibile perchè non esiste
Se tu avessi letto quello che io ho scritto prima avresti capito che
io ho detto esattamente quello che scrivi tu, tra un delirio e
l'altro: "la domanda non ha senso".
Ma siccome sei stato tu a porla, è quello che scrivi tu che non ha
senso.
Chiamate un'ambulanza.
Oltre a fare:

BUUUUUUUUM

DONNNNNNNNG

DIIIN DOONN

CHIAMATE UN'AMBULANZA

sai argometare le tue tesi (senza lunghi deliri possibilmente).

Giuseppe
Auriga2
2008-12-30 12:40:06 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
sai argometare le tue tesi (senza lunghi deliri possibilmente).
Ah Giusè e mi sono stufato di insultarti,se vuoi possiamo fare punto per
punto almeno così non ci sono fraintendimenti.

Fammi sapere.
Flaminia
2008-12-29 19:51:19 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla
di decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla.
Se è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior
giudice!
Guarda che non siamo a scuola, le interrogazioni lasciale perdere e cerca di
capire i concetti, piuttosto. Che di farti un elenco (per generi, dal
momento che non esiste /la musica/ tout-court) proprio non ne ho voglia.
Inoltre mi chiedo quale parte di "ormai quasi dimenticate" non ti è chiara,
ma tranquillo: non pretendo una risposta.

Fla.
Auriga2
2008-12-29 20:46:43 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla
di decenni e decenni non di quinquenni.
E poi fammi il titolo di un'opera di qualsiasi arte che è stata
dimenticata. Se è stata dimenticata allora tu come fai a conoscerla.
Se è stata riscoperta, allora, come vedi il tempo è sempre il miglior
giudice!
Guarda che non siamo a scuola, le interrogazioni lasciale perdere e cerca di
capire i concetti, piuttosto. Che di farti un elenco (per generi, dal
momento che non esiste /la musica/ tout-court) proprio non ne ho voglia.
Inoltre mi chiedo quale parte di "ormai quasi dimenticate" non ti è chiara,
ma tranquillo: non pretendo una risposta.
GUarda che non si tratta di fare elenchi: si tratta semplicemente di
scrivere cose sensate.
Se un'opera è quasi dimenticata, cosa significa secondo te? Che gli
esseri umani tengono viva la memoria di Marenzio e dimenticano
quell'opera perché tifano Marenzio?
La dimenticano perché non ha forza per continuare a farsi ricordare.
Mi pare piuttosto scontato.
Del resto SE TU CREDESSI VERAMENTE che un'opera merita di essere
ricordata FARESTI IMMEDIATAMENTE IL SUO NOME.
E anche questo è piuttosto scontato.;-)

Ciao
Flaminia
2008-12-29 21:46:47 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Del resto SE TU CREDESSI VERAMENTE che un'opera merita di essere
ricordata FARESTI IMMEDIATAMENTE IL SUO NOME.
E anche questo è piuttosto scontato.;-)
Scontato un paio di palle.
Hai appena affermato di non conoscere né Ughi né Allevi e ciononostante ne
stai parlando da mezza giornata.
E io dovrei perdere tempo a discutere seriamente con un troll simile?

Fla.
One
2008-12-29 22:11:28 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Hai appena affermato di non conoscere né Ughi né Allevi e ciononostante ne
stai parlando da mezza giornata.
E io dovrei perdere tempo a discutere seriamente con un troll simile?
Pero' c'è anche gente che gli risponde da mezza giornata...beh vuol
dire che trolla bene...
(e il tizio e' pure conosciuto perche' scompare e appare da anni)
Auriga2
2008-12-29 23:12:44 UTC
Permalink
Post by One
Post by Flaminia
Hai appena affermato di non conoscere né Ughi né Allevi e ciononostante ne
stai parlando da mezza giornata.
E io dovrei perdere tempo a discutere seriamente con un troll simile?
Pero' c'è anche gente che gli risponde da mezza giornata...beh vuol
dire che trolla bene...
(e il tizio e' pure conosciuto perche' scompare e appare da anni)
E' che dopo un po' mi rompo i maroni di scassarli agli altri.;-)
Auriga2
2008-12-29 23:10:36 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Post by Auriga2
Del resto SE TU CREDESSI VERAMENTE che un'opera merita di essere
ricordata FARESTI IMMEDIATAMENTE IL SUO NOME.
E anche questo è piuttosto scontato.;-)
Scontato un paio di palle.
Hai appena affermato di non conoscere né Ughi né Allevi e ciononostante ne
stai parlando da mezza giornata.
E io dovrei perdere tempo a discutere seriamente con un troll simile?
no, tu dovresti semplicemente riflettere sul fatto che quando sei con le
spalle al muro diventi ridicola.

O strada statale IO HO GIUDICATO I COMPORTAMENTI, non il valore musicale
dell'uno o dell'altro.

Nel tuo caso, quello dell'ultimo post, si chiama BRUCIORE DI PEPERONI, o
se preferisci Renato Zero, Spalle al muro.
balda
2008-12-30 10:15:04 UTC
Permalink
Il 29 Dic 2008, 19:47, Auriga2 <***@libero.it> ha scritto:
[cut]
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
Ci sfrantumano ancora i coglioni con "finche' la barca va" di o.berti,
figurati. Se la passano ancora ci sara' un motivo, o no? Eppure non e' certo
catalogabile come opera d'arte. Almeno per me.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
GiuseppeDini
2008-12-30 10:20:56 UTC
Permalink
Post by balda
[cut]
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
Ci sfrantumano ancora i coglioni con "finche' la barca va" di o.berti,
figurati. Se la passano ancora ci sara' un motivo, o no? Eppure non e' certo
catalogabile come opera d'arte. Almeno per me.
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?

Giuseppe
balda
2008-12-30 10:26:59 UTC
Permalink
Il 30 Dic 2008, 11:20, GiuseppeDini <***@libero.it> ha scritto:
[cut]
Post by GiuseppeDini
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Giuseppe
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
credo che sia:
-- nettamente fuori strada
-- in malafede
-- si e' incartato e si sta arrampicando sugli specchi.



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
GiuseppeDini
2008-12-30 10:35:23 UTC
Permalink
Post by balda
Post by GiuseppeDini
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
-- nettamente fuori strada
-- in malafede
-- si e' incartato e si sta arrampicando sugli specchi.
Se ti stai riferendo ad Auriga2, credo non si stia arrampicando sugli
specchi, semplicemente non legge quello che gli altri scrivono e ogni
volta riattacca da dove aveva finito.

Giuseppe
One
2008-12-30 11:58:34 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Se ti stai riferendo ad Auriga2, credo non si stia arrampicando sugli
specchi, semplicemente non legge quello che gli altri scrivono e ogni
volta riattacca da dove aveva finito.
Basta solo questo a definirlo troll (lo fa da anni) e vedo che gli
altri abboccano con piacere....
Auriga2
2008-12-30 13:23:48 UTC
Permalink
Post by One
Post by GiuseppeDini
Se ti stai riferendo ad Auriga2, credo non si stia arrampicando sugli
specchi, semplicemente non legge quello che gli altri scrivono e ogni
volta riattacca da dove aveva finito.
Basta solo questo a definirlo troll (lo fa da anni) e vedo che gli
altri abboccano con piacere....
Sono un provocatore dichiarato, ma sempre con precise finalità. Le mie
provocazioni non sono mai fini a se stesse. Sei tu che devi essere tanto
sveglio da capire dove voglio andare a parare;-)
Roberto Rosoni
2008-12-30 11:44:54 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, balda,
il Tue, 30 Dec 2008 10:26:59 GMT, ha scritto in it.media.tv a proposito
Post by balda
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
-- nettamente fuori strada
Mah, guarda.

Strumenti di misura ad errore-zero non ne esistono in Fisica (anzi, uno
strumento si ritiene preciso quanto più se ne conosce con precisione il
margine d'errore :-) ), figuriamoci quindi tra le Muse.

Però che il Tempo sia un *ottimo* indice, ecco, questo a me pare
innegabile.

Senza fare la lista delle eccezioni, la regola è che poca roba buona
viene obliata dopo il successo, pochissima fuffa di successo sopravvive
al lustro. Al secolo siamo vicini allo zero.
--
Roberto Rosoni
Pronto Soccorso
2008-12-30 12:10:48 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, balda,
il Tue, 30 Dec 2008 10:26:59 GMT, ha scritto in it.media.tv a proposito
Post by balda
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
-- nettamente fuori strada
Mah, guarda.
Strumenti di misura ad errore-zero non ne esistono in Fisica (anzi, uno
strumento si ritiene preciso quanto più se ne conosce con precisione il
margine d'errore :-) ), figuriamoci quindi tra le Muse.
Però che il Tempo sia un *ottimo* indice, ecco, questo a me pare
innegabile.
Senza fare la lista delle eccezioni, la regola è che poca roba buona
viene obliata dopo il successo, pochissima fuffa di successo sopravvive
al lustro. Al secolo siamo vicini allo zero.
Sarei curioso di ascoltare un Fra Martino rielaborato da Allevi, tanto prima
o poi troverà l'ispirazione, attacco di panico, un'apparizione di Padre Pio
o cosa, e in seguito ascoltare/leggere una disquisizione sul tempo, da
Rosoni o da Auriga2. Non credo infatti che conterebbero i giorni dalla data
di uscita di un eventuale Fra Martino di Allevi. Ho citato il Fra Martino
per semplicità, ma anche perché un'opera d'arte 'immortale'.
Chiaramente l'esempio non avrebbe senso se Allevi fosse veramente
*originale* :)
Roberto Rosoni
2008-12-30 13:09:19 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, Pronto
Soccorso, il Tue, 30 Dec 2008 13:10:48 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by Pronto Soccorso
Ho citato il Fra Martino
per semplicità, ma anche perché un'opera d'arte 'immortale'.
Un po' di studio della logica ti farebbe bene.
Il tuo è il più classico caso di errore logico: il ribaltamento
dell'implicazione.

Segui bene:

L'implicazione è una funzione a senso unico.

(1) A -> B ["A implica B", detta anche "se A, allora B"]

***non è equivalente a***

(2) B -> A [se B, allora A]

La funzione equivalente è invece:
(3) -B -> -A [se non è vero B, allora non è vero A]

Quindi, tornando al caso in questione, se diciamo che:

(1.1) "i capolavori diventano immortali"

***NON*** stiamo affatto dicendo che

(2.1) "le opere immortali sono capolavori".

Ed ecco quindi il tuo errore logico, che invalida la tua obiezione:
infatti ci sono brani immortali che non sono affatto capolavori, come ad
esempio gli esercizi di scuola o le nenie infantili (FraMartino infatti
è un semplice "canone" ed è entrambe le cose).

Osserviamo infine che applicando la (3) sulla (1.1) otteniamo:

(3.1) "i non capolavori diventano non immortali"
traducibile in linguaggio comune come "le schifezze ce le si dimentica
in fretta.

C.V.D.
--
Roberto Rosoni
GiuseppeDini
2008-12-30 13:17:29 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, Pronto
Soccorso, il Tue, 30 Dec 2008 13:10:48 +0100, ha scritto in it.media.tv
Post by Pronto Soccorso
Ho citato il Fra Martino
per semplicità, ma anche perché un'opera d'arte 'immortale'.
Un po' di studio della logica ti farebbe bene.
Il tuo è il più classico caso di errore logico: il ribaltamento
dell'implicazione.
L'implicazione è una funzione a senso unico.
(1) A -> B ["A implica B", detta anche "se A, allora B"]
***non è equivalente a***
(2) B -> A [se B, allora A]
(3) -B -> -A [se non è vero B, allora non è vero A]
(1.1) "i capolavori diventano immortali"
***NON*** stiamo affatto dicendo che
(2.1) "le opere immortali sono capolavori".
infatti ci sono brani immortali che non sono affatto capolavori, come ad
esempio gli esercizi di scuola o le nenie infantili (FraMartino infatti
è un semplice "canone" ed è entrambe le cose).
(3.1) "i non capolavori diventano non immortali"
traducibile in linguaggio comune come "le schifezze ce le si dimentica
in fretta.
C.V.D.
Non mi va di andarmi a leggere tutti i messaggi, però mi pare che la
sfida di trovare una sola opera mediocre che abbia resistito al tempo,
provenisse da qualcuno del partito dei sostenitori di Allevi.

Giuseppe
Roberto Rosoni
2008-12-30 13:24:53 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
GiuseppeDini, il Tue, 30 Dec 2008 05:17:29 -0800 (PST), ha scritto in
it.media.tv a proposito di "Re: Allevi, mai sentito, e il trionfo degli
Post by GiuseppeDini
Non mi va di andarmi a leggere tutti i messaggi,
Manco io.
Post by GiuseppeDini
però mi pare che la
sfida di trovare una sola opera mediocre che abbia resistito al tempo,
provenisse da qualcuno del partito dei sostenitori di Allevi.
Perché "però"? E' proprio quanto asserito dalla logica (vedi 3.1).

Comunque io non sono affatto un sostenitore di Allevi o del suo lavoro.
Sono di quelli, come Auriga2, che ritiene una vaccata l'attacco diretto
di Ughi.
--
Roberto Rosoni
Auriga2
2008-12-30 14:03:21 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Roberto Rosoni
C.V.D.
Non mi va di andarmi a leggere tutti i messaggi, però mi pare che la
sfida di trovare una sola opera mediocre che abbia resistito al tempo,
provenisse da qualcuno del partito dei sostenitori di Allevi.
Ti pare male.
Mala parata!
Auriga2
2008-12-30 13:44:06 UTC
Permalink
Post by Pronto Soccorso
Post by Roberto Rosoni
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, balda,
il Tue, 30 Dec 2008 10:26:59 GMT, ha scritto in it.media.tv a proposito
Post by balda
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
-- nettamente fuori strada
Mah, guarda.
Strumenti di misura ad errore-zero non ne esistono in Fisica (anzi, uno
strumento si ritiene preciso quanto più se ne conosce con precisione il
margine d'errore :-) ), figuriamoci quindi tra le Muse.
Però che il Tempo sia un *ottimo* indice, ecco, questo a me pare
innegabile.
Senza fare la lista delle eccezioni, la regola è che poca roba buona
viene obliata dopo il successo, pochissima fuffa di successo sopravvive
al lustro. Al secolo siamo vicini allo zero.
Sarei curioso di ascoltare un Fra Martino rielaborato da Allevi, tanto prima
o poi troverà l'ispirazione, attacco di panico, un'apparizione di Padre Pio
o cosa, e in seguito ascoltare/leggere una disquisizione sul tempo, da
Rosoni o da Auriga2. Non credo infatti che conterebbero i giorni dalla data
di uscita di un eventuale Fra Martino di Allevi. Ho citato il Fra Martino
per semplicità, ma anche perché un'opera d'arte 'immortale'.
Chiaramente l'esempio non avrebbe senso se Allevi fosse veramente
*originale* :)
Allora, la discussione sta diventando sterile.
Fra Martino appartiene a un genere ARTISTICO?

Inutile che tu risponda. COmunque sia , Fra' Martino appartiene a un
genere E RELATIVAMENTE AL SUO GENERE E' QUANTO DI MEGLIO QUEL GENERE
ABBIA PRODOTTO.
Per questo resiste.
Ora hai capito o dobbiamo andare avanti secoli con citazioni di suonerie
per sveglie e campanelli?
Lilith
2008-12-30 13:53:21 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Allora, la discussione sta diventando sterile.
Fra Martino appartiene a un genere ARTISTICO?
Certo. È un canone, una delle forme musicali più complesse in assoluto.
http://it.wikipedia.org/wiki/Canone_(musica)
Auriga2
2008-12-30 13:03:25 UTC
Permalink
Post by balda
[cut]
Post by GiuseppeDini
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Giuseppe
Uno che giudica la qualita' di un'opera d'arte la sua resistenza nel tempo,
-- nettamente fuori strada
-- in malafede
-- si e' incartato e si sta arrampicando sugli specchi.
Allroa dimostralo coi fatti: intanto devi dimostrare che Fin che la
barca va appartenga a un genere artistico.

Poi devi finalmente dirmi il nome di :

Un film che non abbia niente di artistico, precedente al 1960 e che si
guardi ancora oggi
Il nome di un dipinto
Il nome di una scultura
Il nome di un'opera architettonica
Il nome di una composizione MUSICALE , occhio perché il POPULAR, a parte
il Jazz non è ritenuto ancora oggi musica d'arte.
Il nome di un balletto che ancora oggi si esegue e che non viene
ritenuto artistico
Il nome di un libro che ancora oggi viene letto e che tu giudichi non
artistico.Prosa o poesia.

Fammi uno di questi nomi, ponderando bene e vedrai che non ci sarà più
nessun pericolo di arrampicarsi sugli specchi. Io non ho un'idea
preconfezionata, semplicemente cerco di confutare o di essere confutato
, per avere un'idea migliore.

Ciao
Flaminia
2008-12-30 10:49:26 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Beh questo è trash allo stato puro, però esistono dei "classici" della
musica leggera, almeno riconosciuti tali oltreoceano, che sono delle vere e
proprie schifezze a livello di composizione. Una su tutte: "I just called to
say I love you" di Stevie Wonder: un altro che dopo un paio di buoni album
in giovanissima età, ha vivacchiato sugli allori scrivendo roba a dir poco
mediocre.

Fla.
Auriga2
2008-12-30 13:20:34 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Post by GiuseppeDini
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Beh questo è trash allo stato puro, però esistono dei "classici" della
musica leggera, almeno riconosciuti tali oltreoceano, che sono delle vere e
proprie schifezze a livello di composizione. Una su tutte: "I just called to
say I love you" di Stevie Wonder: un altro che dopo un paio di buoni album
in giovanissima età, ha vivacchiato sugli allori scrivendo roba a dir poco
mediocre.
Adesso la musica leggera è diventata ARTE. Bravi complimenti..
Ops...scusate , non avevo visto la TRAVE...
Flaminia
2008-12-30 14:14:30 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Adesso la musica leggera è diventata ARTE. Bravi complimenti..
Ops...scusate , non avevo visto la TRAVE...
Guarda che la discussione è partita da Allevi, non da Bach.
Per me Allevi è leggero, poi tu pensala come ti pare.

Fla.

Auriga2
2008-12-30 12:43:06 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by balda
[cut]
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
Ci sfrantumano ancora i coglioni con "finche' la barca va" di o.berti,
figurati. Se la passano ancora ci sara' un motivo, o no? Eppure non e' certo
catalogabile come opera d'arte. Almeno per me.
E per "il ballo del qua qua" e "gioca jouer" è già passato abbastanza
tempo?
Perché, Giuseppe d'Arimatea, al posto di far ridere i polli non ti vai a
vedere quali sono le ARTI?
GiuseppeDini
2008-12-30 12:57:25 UTC
Permalink
Perch , Giuseppe d'Arimatea, al posto di far ridere i polli non ti vai a
vedere quali sono le ARTI?
A sarei io a far ridere i polli.
Tu invece ho notato leggendo sopra che sei dotato di un fine umorismo.
Che animale speri di poter far ridere?

Giuseppe
Auriga2
2008-12-30 14:02:03 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Perch , Giuseppe d'Arimatea, al posto di far ridere i polli non ti vai a
vedere quali sono le ARTI?
A sarei io a far ridere i polli.
Tu invece ho notato leggendo sopra che sei dotato di un fine umorismo.
Che animale speri di poter far ridere?
Pensavo te, ma mi accorgo che sei solo un minerale.
Auriga2
2008-12-30 12:41:54 UTC
Permalink
Post by balda
[cut]
Post by Auriga2
Fammi il titolo di una cagata fumante che resiste al tempo, si parla di
decenni e decenni non di quinquenni.
Ci sfrantumano ancora i coglioni con "finche' la barca va" di o.berti,
figurati. Se la passano ancora ci sara' un motivo, o no? Eppure non e' certo
catalogabile come opera d'arte. Almeno per me.
Perché fa parte di un genere non artistico.
Nel suo genere, la tiritera, resiste. E' una tiritera fatta bene.

Lo stesso discorso vale per le filastrocche:

Gigi cerca il suo berretto ecc

Se pensi ai generi artistici vedrai che nessuna cagata fumante resiste
nel tempo.

Ciao
butthole spelunker
2008-12-29 21:12:58 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Quindi Auriga non ha affatto torto ad affidare al Sig. Tempo il
verdetto. La Musica vive in eterno, mentre se sono solo canzonette, una
stagione.
Nella maggior parte dei casi si può già prevedere, fin dal momento della sua
uscita, se un'opera d'arte è destinata a durare nel tempo o meno.
Per quale motivo uno come Allevi dovrebbe venire ricordato tra 50 anni,
quando le decine di pianisti contemporary-new-age-plin-plin-plin che nei
decenni scorsi suonavano le stesse identiche cose con un successo di
pubblico paragonabile (se non maggiore) già oggi non vengono quasi più
acclamati da nessuno, ma al massimo considerati dei dignitosi
professionisti? E questi quando hanno iniziato si può dire che fossero molto
più originali di un Allevi nel 2000.


Saluti
BS
Auriga2
2008-12-29 15:41:02 UTC
Permalink
Post by Flaminia
Post by Auriga2
Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Premesso che non ho molta simpatia per i critici in genere, quello che
affermi è inesatto: il valore di Allevi non lo stabilice il sentire di tutte
le persone, bensì il sentire di chi la musica la conosce più che bene.
Non sono d'accordo.
E ci sono tantissimi esempi che dimostrano che il parere dei critici non
conta nulla: a partire da Rossini, il primo che mi viene in mente, ma
potremmo anche parlare di scultura, vedi Laooconte, ammirato persino da
Michelangelo e oggi a malapena sopportato, di pittura, e potremmo fare
l'esempio degli impressionisti disprezzati dalla critica( che poi è da
lì che nasce lo snobismo dei critici d'accatto), letteratura, vedi
Marino, ritenuto dai critici un genio e già dopo pochi anni ritenuto un
pirla,ecc eccDante nel 500 era ritenuto di gran lunga inferiore a
Petrarca,non contano i casi di pittori la cui grandezza è stata
riconosciuta quando ormai erano in decomposizione, e nemmeno si contano
quelli che riscossero un enorme successo già in vita, vedi Tiziano,
Tiepolo, o giganti come Caravaggio ferocemente disprezzati dai critici.

E
Post by Flaminia
sappiamo che /tutte le persone/ non è detto che ci capiscano abastanza di
musica tanto da poter stabilire chi vale o chi meno.
Post by Auriga2
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre
nuove persone allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a
tutti gli snobismi.
Mahhhh questa poi... se fosse come dici tu, i dischi di Laura Pausini
sarebbero le più grandi opere d'arte che l'Italia abbia mai sfornato.
Laura Pausini canta da ieri sera. Il tempo rende sempre giustizia.

Ciao
GiuseppeDini
2008-12-29 13:28:51 UTC
Permalink
[CUT] Premesso che non ho mai sentito Allevi, fino a ieri [CUT]
Cioè, non stai dicendo che non ti intendi molto di musica, ma che
addirittura non avevi mai sentito nominare Allevi e ti permetti di
fare congetture sullo snobbismo e sull'ignoranza altrui?
Per Natale potevi chiedere a Babbo Natale di portarti un cervello
nuovo.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-29 15:41:38 UTC
Permalink
GiuseppeDini

Lo scemo di guerra non tace nemmeno a Natale.
Vai al fronte, va'.
callo
2008-12-29 18:15:46 UTC
Permalink
[CUT] Premesso che non ho mai sentito Allevi, fino a ieri [CUT]
Cioè, non stai dicendo che non ti intendi molto di musica, ma che
addirittura non avevi mai sentito nominare Allevi e ti permetti di
fare congetture sullo snobbismo e sull'ignoranza altrui?
Per Natale potevi chiedere a Babbo Natale di portarti un cervello
nuovo.

Giuseppe

che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai a
parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Auriga2
2008-12-29 18:50:47 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
[CUT] Premesso che non ho mai sentito Allevi, fino a ieri [CUT]
Cioè, non stai dicendo che non ti intendi molto di musica, ma che
addirittura non avevi mai sentito nominare Allevi e ti permetti di
fare congetture sullo snobbismo e sull'ignoranza altrui?
Per Natale potevi chiedere a Babbo Natale di portarti un cervello
nuovo.
Giuseppe
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai
a parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Gli danno il cordiale, agli scemi di guerra.
GiuseppeDini
2008-12-29 19:33:39 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by callo
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai
a parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Gli danno il cordiale, agli scemi di guerra.
Amico, scemo di guerra lo vai a dire a tuo fratello.
Stai sollevando un caso su qualcosa che non conosci nemmeno.
Fatti un giro su it.arti.musica.classica e trovami uno solo che
consideri Allevi un musicista classico.
Su questo NG si puà parlare quanto si vuole, ma il parere dovrebbe
essere lasciato soprattutto a chi quel tipo di musica lo conosce.
C'è addirittura uno che dice il contrario di quello che dici tu la
musica insignificante di Allevi è il prodotto della sinistra italiana.
Povera sinistra italiana che brutto momento che attraversa! E'
accusata di tutto è il contrario di tutto.
E proprio nel momento in cui la destra sta dando il peggio di sé.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-29 20:41:34 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by callo
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai
a parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Gli danno il cordiale, agli scemi di guerra.
Amico, scemo di guerra lo vai a dire a tuo fratello.
Stai sollevando un caso su qualcosa che non conosci nemmeno.
Fatti un giro su it.arti.musica.classica e trovami uno solo che
consideri Allevi un musicista classico.
Ma chissenefrega di Allevi!
E' la sceneggiata di Uto Ughi, che risentito del fatto che non avevano
chiamato lui o chi a suo parere è meglio di lui, NON AVENDO IL CORAGGIO
DI DIRE : CI SONO QUATTRO COGLIONI AL GOVERNO, se l'è presa con un
poverino che non gli aveva FATTO NULLA
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Se una cosa è evidente tu senti il bisogno di spiegarlo agli altri?
Vai in giro alle due di pomeriggio dicendo: attenzione , siamo in pieno
giorno!
Adesso hai capito o devo chiamare la Lutwaffe?
Vico
2008-12-29 21:16:01 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Penso che tu sia un troll del cazzo.
Non puoi non aver capito che U.Ughi non compone.

Stammi bene.

Vico
GiuseppeDini
2008-12-29 21:33:58 UTC
Permalink
Post by Vico
Post by Auriga2
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Penso che tu sia un troll del cazzo.
Non puoi non aver capito che U.Ughi non compone.
Stammi bene.
Continua a ripeterlo forse un giorno capirà.

Giuseppe
Lilith
2008-12-29 21:32:48 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.
Se c'è un musicista classico che da sempre fa il tutto esaurito già a
poche ore dalla vendita dei biglietti, questo è Uto Ughi. In più,
nell'arco della sua carriera (che è iniziata da bambino, ricordiamolo,
non certo a quarant'anni) ha fatto concerti nelle sale più prestigiose
di tutto il mondo, ha ottenuto i premi e i riconoscimenti più
prestigiosi (Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
e Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana),
ha venduto chissà quanti dischi eccetera. Ora, senza farti saltare le
coronarie, sei capace di spiegarci per cosa, esattamente, starebbe
"rosicando e per il successo POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE"
di Allevi?

Ricordiamo che Allevi, per sua stessa ammissione, ha passato vent'anni
in conservatorio (evidentemente è stato pluriripetente, poveraccio),
mentre Uto Ughi a dodici anni già faceva il concertista...
Auriga2
2008-12-29 22:17:43 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by Auriga2
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.
Se c'è un musicista classico che da sempre fa il tutto esaurito già a
poche ore dalla vendita dei biglietti, questo è Uto Ughi. In più,
nell'arco della sua carriera (che è iniziata da bambino, ricordiamolo,
non certo a quarant'anni) ha fatto concerti nelle sale più prestigiose
di tutto il mondo, ha ottenuto i premi e i riconoscimenti più
prestigiosi (Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
e Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana),
ha venduto chissà quanti dischi eccetera. Ora, senza farti saltare le
coronarie, sei capace di spiegarci per cosa, esattamente, starebbe
"rosicando e per il successo POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE"
di Allevi?
Ricordiamo che Allevi, per sua stessa ammissione, ha passato vent'anni
in conservatorio (evidentemente è stato pluriripetente, poveraccio),
mentre Uto Ughi a dodici anni già faceva il concertista...
Ma quale successo popolare ha ugo? Ma non lo conosce nessuno.
Oggi ho scoperto che persino mia moglie , che coi nomi dei musicisti ci
fa a pugni , sapeva chi era Allevi. Solo io ero rimasto all'oscuro di tutto.
Uto Ughi, imho, sta vivendo MOLTO MALE, il periodo storico che non è dei
più felici per la musica classica. I musicisti classici non sono degli
sciocchi e si rendono conto benissimo che suonano una musica MORTA.
Ai loro concerti non vedono gente viva , vedono gente che difende una
cultura sorpassata: adesso si vede uno che viene dalla classica e si
mette a fare quasi del pop, ottiene riconoscimenti, successo e soldi.
O sta rosicando oppure sta facendo politica. Entrambe le cose sono DA
DISPREZZARE.

Nella malaugurata ipotesi che la sua fosse un'uscita dettata
dall'antipatia allora si torna al caso 1: come cazzo si permette un
esecutore di criticare un compositore?


Ciao
GiuseppeDini
2008-12-29 21:40:16 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by callo
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai
a parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Gli danno il cordiale, agli scemi di guerra.
Amico, scemo di guerra lo vai a dire a tuo fratello.
Stai sollevando un caso su qualcosa che non conosci nemmeno.
Fatti un giro su it.arti.musica.classica e trovami uno solo che
consideri Allevi un musicista classico.
Ma chissenefrega di Allevi!
E' la sceneggiata di Uto Ughi, che risentito del fatto che non avevano
chiamato lui o chi a suo parere  è meglio di lui, NON AVENDO IL CORAGGIO
DI DIRE : CI SONO QUATTRO COGLIONI AL GOVERNO, se l'è presa con un
poverino che non gli aveva FATTO NULLA
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Se una cosa è evidente tu senti il bisogno di spiegarlo agli altri?
Vai in giro alle due di pomeriggio dicendo: attenzione , siamo in pieno
giorno!
Adesso hai capito o devo chiamare la Lutwaffe?
Guarda che uno come Ughi si rivolge ad una platea mondiale non solo
italiana.
Del successo di Allevi non gliene può fregare di meno da questo punto
di vista.
E' solo disgustato per il fatto che si dia enfasi ad un impostore.

Giuseppe
Auriga2
2008-12-29 23:04:34 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
Guarda che uno come Ughi si rivolge ad una platea mondiale non solo
italiana.
Del successo di Allevi non gliene può fregare di meno da questo punto
di vista.
E' solo disgustato per il fatto che si dia enfasi ad un impostore.
Addirittura impostore.
Ogni volta la stessa storia.Ogni volta che un italiano NON SCHIERATO
ottiene successo o è una nullità, o un fascista, o un impostore.

Ma che se la prenda con gli enfatizzatori, e non con l'enfatizzato.
callo
2008-12-30 11:48:01 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Post by callo
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai
a parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Gli danno il cordiale, agli scemi di guerra.
Amico, scemo di guerra lo vai a dire a tuo fratello.
Stai sollevando un caso su qualcosa che non conosci nemmeno.
Fatti un giro su it.arti.musica.classica e trovami uno solo che
consideri Allevi un musicista classico.
Ma chissenefrega di Allevi!
E' la sceneggiata di Uto Ughi, che risentito del fatto che non avevano
chiamato lui o chi a suo parere è meglio di lui, NON AVENDO IL CORAGGIO
DI DIRE : CI SONO QUATTRO COGLIONI AL GOVERNO, se l'è presa con un
poverino che non gli aveva FATTO NULLA
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Se una cosa è evidente tu senti il bisogno di spiegarlo agli altri?
Vai in giro alle due di pomeriggio dicendo: attenzione , siamo in pieno
giorno!
Adesso hai capito o devo chiamare la Lutwaffe?
Quoto !
Dai regà è assurdo dipengere Auriga2 un troll quando dice una cosa cosi
ragionevolemnte sensata.

Ho capito...si sbaglia a considerare Ughi un compositore ma sticazzi c'entra
poco
Seconde me è andata proprio così non si sipiega una stronccatura cosi
caustica e cattiva facilmente interpretabile come invidia pura.....Ughi è
stato decisamente inelegante, usando un eufemismo, avrebbe potuto stroncarlo
in ogni momento e sarebbe stato più efficace, averlo stroncato in
concomitanza con il concerto ai politici, come se Allevi avesse ricevuto in
quel momentol'investitura ufficile fà riflettere.......
Roberto Rosoni
2008-12-30 11:54:00 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare, callo,
il Tue, 30 Dec 2008 12:48:01 +0100, ha scritto in it.media.tv a
Post by callo
Post by Auriga2
Se una cosa è evidente tu senti il bisogno di spiegarlo agli altri?
Vai in giro alle due di pomeriggio dicendo: attenzione , siamo in pieno
giorno!
Adesso hai capito o devo chiamare la Lutwaffe?
Quoto !
Dai regà è assurdo dipengere Auriga2 un troll quando dice una cosa cosi
ragionevolemnte sensata.
Ho capito...si sbaglia a considerare Ughi un compositore ma sticazzi c'entra
poco
Seconde me è andata proprio così non si sipiega una stronccatura cosi
caustica e cattiva facilmente interpretabile come invidia pura.....Ughi è
stato decisamente inelegante, usando un eufemismo, avrebbe potuto stroncarlo
in ogni momento e sarebbe stato più efficace, averlo stroncato in
concomitanza con il concerto ai politici, come se Allevi avesse ricevuto in
quel momentol'investitura ufficile fà riflettere.......
Quoto in pieno anch'io sia te che Auriga2 (escluso quando scrive
Luftwaffe senza una "f"). :-)
--
Roberto Rosoni
GiuseppeDini
2008-12-30 12:56:17 UTC
Permalink
Post by callo
Post by Auriga2
Ma chissenefrega di Allevi!
E' la sceneggiata di Uto Ughi, che risentito del fatto che non avevano
chiamato lui o chi a suo parere  è meglio di lui, NON AVENDO IL CORAGGIO
DI DIRE : CI SONO QUATTRO COGLIONI AL GOVERNO, se l'è presa con un
poverino che non gli aveva FATTO NULLA
Lo capiva anche un bambino che utugo stava rosicando e per il successo
POPOLARE e per il successo ISTITUZIONALE.Siccome da snobbone teme che il
successo di Allevi diventi anche successo di critica , ha messo le mani
avanti: ATTENZIONE, LA MUSICA VERA LA FACCIO IO, NON LUI.
Se una cosa è evidente tu senti il bisogno di spiegarlo agli altri?
Vai in giro alle due di pomeriggio dicendo: attenzione , siamo in pieno
giorno!
Adesso hai capito o devo chiamare la Lutwaffe?
Quoto !
Dai regà è assurdo dipengere Auriga2 un troll quando dice una cosa cosi
ragionevolemnte sensata.
Ho capito...si sbaglia a considerare Ughi un compositore ma sticazzi c'entra
poco
Seconde me è andata proprio così non si sipiega una stronccatura cosi
caustica e cattiva facilmente interpretabile come invidia pura.....Ughi è
stato decisamente inelegante, usando un eufemismo, avrebbe potuto stroncarlo
in ogni momento e sarebbe stato più efficace, averlo stroncato in
concomitanza con il concerto ai politici, come se Allevi avesse ricevuto in
quel momentol'investitura ufficile fà riflettere.......
Si spiega con il fatto che è come un calciatore delle serie
promozionali che gioca in serie A.
Finchè gioca soltanto, magari con qualche malumore, gli altri lasciano
correre, ma quando viene definito il "nuovo Pele", permettete che
qualcuno si spaientisca e dica "adesso basta, questo è troppo!".

P.S.: ma che discutete a fare se di musica classica non ne capite.
Auriga addirittura non aveva mai sentito nominare Allevi, il che è
grave perchè se ne parla da tempo.
Vi ho detto provate a fare un giro sul NG in cui si parla di quel
genere musicale e vedete quanti ce ne sono che difendono Allevi. Tutti
invidiosi o semplicemente intenditori?

Giuseppe
Roberto Rosoni
2008-12-30 13:21:21 UTC
Permalink
Probabilmente perché proprio non aveva niente di meglio da fare,
GiuseppeDini, il Tue, 30 Dec 2008 04:56:17 -0800 (PST), ha scritto in
it.media.tv a proposito di "Re: Allevi, mai sentito, e il trionfo degli
Post by GiuseppeDini
Post by Auriga2
Ma chissenefrega di Allevi!
Vi ho detto provate a fare un giro sul NG in cui si parla di quel
genere musicale e vedete quanti ce ne sono che difendono Allevi. Tutti
invidiosi o semplicemente intenditori?
A me sembra che si voglia giocare al fraintendimento, visto che stupido
propio non sei.

Ripeto le parole di Auriga2: chissenestrafrega di Allevi, e aggiungo,
della sua musica, del suo modo di strimpellare il piano, e tutto questo
genere di cose.
E ulteriormente aggiungo: e chissenestrafrega di Ughi, del suo
celestiale modo di far vibrare il violino, del suo meritato successo, e
tutto questo genere di cose.

Il punto è che l'attacco così personale e diretto di Ughi è del tutto al
di fuori della musica, intesa come Arte.

E' una querelle con l'infantilismo delle primedonne a fini di
indirizzamento politico (in senso ampio, non partitico) della critica
musicale.

E' invidia per il successo altrui, e non importa quanto abbia già
successo lui - certe persone non hanno limiti, come Berlusconi col
denaro/potere.

Adesso hai capito, o devo chiamare la Wehrmacht? :-)
--
Roberto Rosoni
Lilith
2008-12-30 13:49:47 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
E' una querelle con l'infantilismo delle primedonne a fini di
indirizzamento politico (in senso ampio, non partitico) della critica
musicale.
E' invidia per il successo altrui, e non importa quanto abbia già
successo lui - certe persone non hanno limiti, come Berlusconi col
denaro/potere.
Adesso hai capito, o devo chiamare la Wehrmacht? :-)
Allora, visto che tu hai capito tutto, spiegami cosa dovrebbero
invidiare ad Allevi Arruga, Facci o Malan, che su di lui hanno scritto
articoli ancora più infuocati di quello di Ughi, senza nemmeno essere
musicisti.
Non è che forse, molto più semplicemente (e senza dover tirare fuori il
rasoio di Occam), ne hanno le scatole piene nel vedere un cialtrone, un
pallone gonfiato e una nullità come Allevi essere portato in trionfo
come "il fenomeno della musica classica contemporanea"? Come mai tra gli
estimatori di Allevi non si trova nemmeno un musicista? Tutti invidiosi?
O più semplicemente i musicisti hanno quel briciolino di preparazione
culturale in più per capire che dietro alle colossali guasconate di
Allevi si nasconde solo il vuoto?
Auriga2
2008-12-30 14:06:42 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by Roberto Rosoni
E' una querelle con l'infantilismo delle primedonne a fini di
indirizzamento politico (in senso ampio, non partitico) della critica
musicale.
E' invidia per il successo altrui, e non importa quanto abbia già
successo lui - certe persone non hanno limiti, come Berlusconi col
denaro/potere.
Adesso hai capito, o devo chiamare la Wehrmacht? :-)
Allora, visto che tu hai capito tutto, spiegami cosa dovrebbero
invidiare ad Allevi Arruga, Facci o Malan, che su di lui hanno scritto
articoli ancora più infuocati di quello di Ughi, senza nemmeno essere
musicisti.
Non è che forse, molto più semplicemente (e senza dover tirare fuori il
rasoio di Occam), ne hanno le scatole piene nel vedere un cialtrone, un
pallone gonfiato e una nullità come Allevi essere portato in trionfo
come "il fenomeno della musica classica contemporanea"? Come mai tra gli
estimatori di Allevi non si trova nemmeno un musicista? Tutti invidiosi?
O più semplicemente i musicisti hanno quel briciolino di preparazione
culturale in più per capire che dietro alle colossali guasconate di
Allevi si nasconde solo il vuoto?
Dovrebbero semplicemente avere il coraggio di scrivere articoli contro
chi lo incensa.
Auriga2
2008-12-30 14:01:39 UTC
Permalink
G
Post by GiuseppeDini
Si spiega con il fatto che è come un calciatore delle serie
promozionali che gioca in serie A.
Finchè gioca soltanto, magari con qualche malumore, gli altri lasciano
correre, ma quando viene definito il "nuovo Pele", permettete che
qualcuno si spaientisca e dica "adesso basta, questo è troppo!".
Se un pinco pallino dice che tu sei intelligente a me non fa nè caldo nè
freddo.
Post by GiuseppeDini
P.S.: ma che discutete a fare se di musica classica non ne capite.
Auriga addirittura non aveva mai sentito nominare Allevi, il che è
grave perchè se ne parla da tempo.
Se ne deduce che per te Allevi è un noto autore di musica classica.

Lasa stà Dini, torna in politica clè mei...
GiuseppeDini
2008-12-29 19:25:58 UTC
Permalink
Post by GiuseppeDini
[CUT] Premesso che non ho mai sentito Allevi, fino a ieri [CUT]
Cioè, non stai dicendo che non ti intendi molto di musica, ma che
addirittura non avevi mai sentito nominare Allevi e ti permetti di
fare congetture sullo snobbismo e sull'ignoranza altrui?
Per Natale potevi chiedere a Babbo Natale di portarti un cervello
nuovo.
      Giuseppe
che cazzo c'entra dini, scusate se mi intrommetto, ma delle volte me le
strappi....uno mica è obbligato a conoscere Allevi e non deve essere per
forza snob se ammette che fino a ieri non lo ha ascoltato......mica stai a
parlà dei Beatles....
......fatte portà na tisana con doppia valeriana dalla Befana dai.....
Ah, ecco. Uno può sollevare tutto 'sto poleverone su Allevi musicista
senza averlo mai sentito nominare.
Se a te semnra ovvio questo.

Giuseppe
SydneyBlue120d
2008-12-29 13:40:11 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Se sostituisci ad Ughi un qualunque compositore di musica classica ottieni
la stessa risposta.
Post by Auriga2
Quindi prima di giudicare 'sto Allevi, e prima di dare credito ai
professionisti dell'invidia, occorre sempre lasciare fare al tempo.
Hint: The Köln Concert
--
Xbox 360 Live Tag: SydneyBlue120d
http://p0rn.it/wiki/Pagina_principale
http://www.bmwserie1virtualclub.it/
BMW E87 120d Attiva driver
Auriga2
2008-12-29 15:52:34 UTC
Permalink
Post by SydneyBlue120d
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Se sostituisci ad Ughi un qualunque compositore di musica classica
ottieni la stessa risposta.
Beh, io di musica contemporanea ne ascolto e ti posso garantire che
Utugo come compositore non l'ho mai sentito nominare tra quelli che
contano. Anzi non l'ho proprio mai sentito nominare se non come violinista.
Poi è ovvio che un esperto lo avrà sentito nominare.
Ma un esperto di calcio ti dice anche chi è il centravanti della
Fermana...;-)
Post by SydneyBlue120d
Post by Auriga2
Quindi prima di giudicare 'sto Allevi, e prima di dare credito ai
professionisti dell'invidia, occorre sempre lasciare fare al tempo.
Hint: The Köln Concert
Cosa vuoi dire? Anhce a me un brano di Allevi ha ricordato alcune cose
del Concerto di Colonia. Ma non è che significhi molto. Mica sarebbe il
primo che da un tema di un brano jazz ha tratto fuori un brano pop,
rock, ecc.

cIAO
SydneyBlue120d
2008-12-29 16:31:55 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Cosa vuoi dire? Anhce a me un brano di Allevi ha ricordato alcune cose
del Concerto di Colonia. Ma non è che significhi molto. Mica sarebbe il
primo che da un tema di un brano jazz ha tratto fuori un brano pop,
rock, ecc.
No, è la dimostrazione di un qualcosa che rimane a perenne memoria.
Post by Auriga2
cIAO
--
Xbox 360 Live Tag: SydneyBlue120d
http://p0rn.it/wiki/Pagina_principale
http://www.bmwserie1virtualclub.it/
BMW E87 120d Attiva driver
Auriga2
2008-12-29 16:34:03 UTC
Permalink
Post by SydneyBlue120d
Post by Auriga2
Cosa vuoi dire? Anhce a me un brano di Allevi ha ricordato alcune cose
del Concerto di Colonia. Ma non è che significhi molto. Mica sarebbe il
primo che da un tema di un brano jazz ha tratto fuori un brano pop,
rock, ecc.
No, è la dimostrazione di un qualcosa che rimane a perenne memoria.
Guarda che il Concerto di Colonia è regolarmente SNOBBATO dai soloni
della musica Jazz, eh.Proprio perché troppo popolare.

Ciao
balda
2008-12-29 16:49:33 UTC
Permalink
Il 29 Dic 2008, 17:34, Auriga2 <***@libero.it> ha scritto:
[cut]
Post by Auriga2
Guarda che il Concerto di Colonia è regolarmente SNOBBATO dai soloni
della musica Jazz, eh.Proprio perché troppo popolare.
Pensa te, non lo sapevo. Cmq se c'e' uno snob per eccellenza e' proprio
Jarrett: una primadonna isterica. Musicalmente, pero', rimane monumentale.
Sono d'accordo con te con lo snobismo musicale pero' ci sono opere e opere.
Allevi e' il primo che se la tira. A me fa incazzare proprio questo far
passare la sua musica per opera classica di assoluto livello. E' easy
listening, migliore sicuramente di altri, ma questo e'. Non e' un novello
mozart, come qualche marchettaro dice. Ecco, cosi andrebbe bene. Molto
umilmente i miei gusti musicali sono di un certo tipo (coltrane, davis, ma
anche genesis con gabriel e pink floyd, neil young, insomma gente "tosta")
pero' quando sento musica anni '80 mi diverto parecchio e ammetto che mi
piace. Ci sono momenti che preferisco ascoltare i culture club che la nona
di beethooven.









--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
callo
2008-12-29 18:21:03 UTC
Permalink
Post by balda
[cut]
Allevi e' il primo che se la tira. A me fa incazzare proprio questo far
passare la sua musica
per opera classica di assoluto livello.
Fonte ?
Sarei proprio curioso di leggerlo!
balda
2008-12-29 18:37:19 UTC
Permalink
Post by callo
Fonte ?
Sarei proprio curioso di leggerlo!
Hai presente il cosiddetto metamessaggio, quando il significato che si vuole
veicolare non e' espresso esplicitamente? Ecco, lui ne e' un fulgido
esempio. Invitato in parecchie trasmissioni diciamo "fighette" like che
tempo fa, 8/2,etc vogliono chiaramente trasmettere un messaggio del genere.
Cmq se gugli un pochettino troverai la fonte che l'ha definito il nuovo
Mozart...

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
callo
2008-12-29 18:45:08 UTC
Permalink
Post by balda
Post by callo
Fonte ?
Sarei proprio curioso di leggerlo!
Hai presente il cosiddetto metamessaggio, quando il significato che si vuole
veicolare non e' espresso esplicitamente? Ecco, lui ne e' un fulgido
esempio. Invitato in parecchie trasmissioni diciamo "fighette" like che
tempo fa, 8/2,etc vogliono chiaramente trasmettere un messaggio del genere.
Cmq se gugli un pochettino troverai la fonte che l'ha definito il nuovo
Mozart...
se se vabbè....te sei sprecato!
un conto è la fonte un conto è quello che credi che vogliano veicolare......
c'è n'attimo di differennza......

.....faresti veicolà un santo pe fiodenamignotta nteconoscessi!
balda
2008-12-30 10:36:49 UTC
Permalink
Il 29 Dic 2008, 19:45, "callo" <***@togli.it> ha scritto:
[cut]
Post by callo
se se vabbè....te sei sprecato!
un conto è la fonte un conto è quello che credi che vogliano
veicolare......
Post by callo
c'è n'attimo di differennza......
.....faresti veicolà un santo pe fiodenamignotta nteconoscessi!
ROTFL. Cmq:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tempo%20libero%20e%20Cultura/2008/12/allevi-fenomeno-bluff.shtml?uuid=f6dd7564-d5d8-11dd-9a7d-a8eced7f8029&DocRulesView=Libero



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Pronto Soccorso
2008-12-29 19:30:37 UTC
Permalink
Post by balda
Hai presente il cosiddetto metamessaggio, quando il significato che si vuole
veicolare non e' espresso esplicitamente? Ecco, lui ne e' un fulgido
esempio. Invitato in parecchie trasmissioni diciamo "fighette" like che
tempo fa, 8/2,etc vogliono chiaramente trasmettere un messaggio del genere.
Cmq se gugli un pochettino troverai la fonte che l'ha definito il nuovo
Mozart...
Eheh *nuovo Mozart* a 40 anni sembra un paradosso :)
Comunque la prima fonte google
http://www.gingergeneration.it/n/giovanni-allevi-il-nuovo-mozart-312-n.htm

Io l'ho ascoltato su youtube e un po' quell'aria da sacerdote di Scientology
ce l'ha.

Ho notato che parla molto con il corpo, come una tastiera di gomma che
ondeggia quand'è suonata, lo dico senza allusioni, sembra un cartoon. Appare
molto emotivo, quasi che la vita gli scoppiasse dentro, non sarebbe un male.
Non vorrei giudicarlo perché per mia natura rispetto moltissimo, se non amo,
chi si dedica alla musica. So di non sfuggire all'influsso dei gesti e delle
parole, da cui francamente ho tratto una qualche sindrome di grandeur, stavo
per dire megalomania, caratteriale che basterebbe, pensando ai grandi del
passato, un minimo di modestia per togliersela di torno.
Lilith
2008-12-29 19:45:09 UTC
Permalink
Post by callo
Fonte ?
Sarei proprio curioso di leggerlo!
Qualunque intervista da lui rilasciata. Un esempio su tanti:
http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=ottoemezzo&video=20041
balda
2008-12-29 16:19:07 UTC
Permalink
Il 29 Dic 2008, 11:07, Auriga2 <***@libero.it> ha scritto:
[cut]
Post by Auriga2
Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre nuove persone
allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a tutti gli snobismi.
Se e' per questo d'alessio e la pausini da soli sono sicuramente piu'
venduti di bach e mozart messi insieme. Sono quindi, musicalmente parlando,
piu' importanti secondo il metro di giudizio basato sull'orecchio?
E che dire dei righeira con vamos ala playa?
Post by Auriga2
Per inciso, le composizioni di Uto Ughi non sono durate nemmeno
un'estate. Alzi la mano chi se ne ricorda una, ammesso che ci siano.
Non e' un compositore e non fa certo canzoni per l'estate.
Post by Auriga2
Quindi prima di giudicare 'sto Allevi, e prima di dare credito ai
professionisti dell'invidia, occorre sempre lasciare fare al tempo
Sparira' nel giro di una stagione: e' soporifero. Mille volte meglio i
righeira: musicalmente piu' onesti.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Auriga2
2008-12-29 16:33:07 UTC
Permalink
Post by balda
[cut]
Post by Auriga2
Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre nuove persone
allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a tutti gli snobismi.
Se e' per questo d'alessio e la pausini da soli sono sicuramente piu'
venduti di bach e mozart messi insieme. Sono quindi, musicalmente parlando,
piu' importanti secondo il metro di giudizio basato sull'orecchio?
E che dire dei righeira con vamos ala playa?
Perché, erano al primo posto in hit parade quest'anno?

Ma che stai a ddì? Manco a meteore li chiamano...
callo
2008-12-29 18:22:27 UTC
Permalink
Post by Auriga2
Post by balda
[cut]
Post by Auriga2
Il valore dei dischi di Allevi non lo può stabilire NESSUN CRITICO. Lo
stabilisce , come sempre * il sentire delle persone, di tutte le persone*
Se il sentire *si prolunga nel tempo* e coinvolge sempre nuove persone
allora *siamo di fronte all'opera d'arte* , in barba a tutti gli snobismi.
Se e' per questo d'alessio e la pausini da soli sono sicuramente piu'
venduti di bach e mozart messi insieme. Sono quindi, musicalmente parlando,
piu' importanti secondo il metro di giudizio basato sull'orecchio?
E che dire dei righeira con vamos ala playa?
Perché, erano al primo posto in hit parade quest'anno?
Ma che stai a ddì? Manco a meteore li chiamano...
hi...hi....hi....
noooooooooooo d'alessio nooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Loading...